Cerca
sabato 30 luglio 2016 ..:: Home ::.. Registrazione  Login
Sezioni Provinciali
CONTATTI Riduci
INDIRIZZI E-MAIL DEGLI UFFICI ANPANA:


Regionali:

Ispettore Regionale: ispettoreregionale@anpana.toscana.it

Comandande Regionale: scrivere all'ispettore regionale

Referente per il Web: referente-web@anpana.toscana.it


Provinciali:

Arezzo: arezzo@anpana.toscana.it

Firenze:firenze@anpana.toscana.it

Livorno: livorno@anpana.toscana.it

Lucca: lucca@anpana.toscana.it

Pisa: pisa@anpana.toscana.it

Siena: siena@anpana.toscana.it

PEC
LUCCA: lucca@pec.anpana.toscana.it
PISA: pisa@pec.anpana.toscana.it
SIENA: siena@pec.anpana.toscana.it
Stampa  

Sito Nazionale A.N.P.A.N.A.

Banner Qualazampa
INIZIATO IL NUOVO CORSO GUARDIE ECOZOOFILE
L’amore per gli animali e l’ambiente e la voglia di lavorare per la sicurezza altrui. Stamattina nella sede del Cesvot è partito il quinto corso provinciale di Anpana per la formazione di guardie ecozoofile in grado di operare anche nel campo della protezione civile. Dopo quella odierna saranno 15 le lezioni settimanali che, a partire dalla prossima del 22 gennaio, si terranno nei locali dell’ex circoscrizione 6 al 2145 di via per Sant’Alessio. Un percorso che culminerà con un esame orale e scritto tra fine maggio e inizio giugno. Poi, finalmente, l’occasione per cimentarsi in prima persona sul territorio: quattro, sei mesi per dimostrare di che pasta si è fatti.

“Chiunque, dai 18 ai 70 anni, può mettersi alla prova nel volontariato dell’associazione – spiega Laura Galleni comandante provinciale Anpana – seguendo innanzitutto il corso. Le iscrizioni sono sempre aperte e accogliamo ancora volentieri alcune aspiranti guardie ecoozoofile. Le lezioni sono tenute, ogni volta, da personale esperto in determinati settori e per partecipare non occorrono conoscenze pregresse su qualsivoglia argomento. Basta avere a cuore gli animali e la natura che ci circonda”.

Già nella lezione introduttiva di stamani le domande delle aspiranti guardie, una ventina dalle età più disparate, non si sono fatte attendere. Il clima dei corsi Anpana, del resto, è piuttosto informale: i relatori spiegano le normative e gli ingranaggi dei rispettivi ambiti di competenza e i futuri volontari, carta e penna alla mano, ascoltano e interagiscono approfittandone pure per togliersi qualche curiosità. Le 15 lezioni rimanenti saranno animate, ad esempio, da personale dell’asl, della polizia municipale, della forestale e dai dirigenti regionale e nazionale dell’Anpana.

Su tutto il territorio italiano sono circa 2 mila le guardie dell’associazione e per gli appassionati lucchesi dell’ambiente e degli animali potrebbe, presto, esserci una sorpresa: Anpana, infatti, nel 2015 festeggia i 30 anni di attività e c’è la possibilità che il congresso nazionale di maggio sia tenuto, per l’occasione, proprio a Lucca. Nell’attesa di scoprirlo, ci si può avvicinare al mondo Anpana e iscriversi ai corsi chiamando il 328.1704327,


Fonte: La Gazzetta di Lucca
Articolo originale al link: http://www.lagazzettadilucca.it/index.php/cronaca/2015/01/guardie-ecozoofile-via-al-corso-di-anpana/
INIZIO DEL NUOVO CORSO
L
CORSO GUARDIE ECOZOOFILE E OPERATORI DI PROTEZIONE CIVILE
CORSO
ANPANA LUCCA si costituisce parte civile
L'avvocato Mauro Domenici, per conto ed interesse dell'A.N.P.A.N.A. Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente

protezione civile e ambientale guardie ecozoofile sezione territoriale di Lucca, fa sapere che, in relazione al processo penale in cui

sono state rinviate a giudizio sei persone a seguito di una indagine condotta dal sostituto procuratore Mariotti della Procura della

Repubblica di Lucca con l'accusa di avere maltrattato e seviziato senza necessità i bovini prima dell'abbattimento e della

macellazione, si è svolta in data 14 novembre dinanzi al Tribunale di Lucca, la prima udienza all'interno della quale l'ANPANA si è

costituita come parte civile a tutela degli animali mediante il loro legale di fiducia.

Udienza rinviata all'8 maggio.
ELEZIONI ANPANA PISA
Si comunica che il giorno 04/11/2014 alle ore 12.00 in prima convocazione e, in seconda convocazione, il giorno 05/11/2014 alle ore 21.00, presso la Sala riunioni del Coni in Via Malagoli n. 12 (pressi Mediaworld) a Pisa, si svolgeranno le elezioni del nuovo Consiglio Direttivo ANPANA di Pisa. Si raccomanda la massima presenza e puntualità.
Il Commissario Straordinario
Dir. Sup. Angelo Bertocchini
ANPANA FIRENZE Parteciperà alla giornata al Parco Degli Animali
FESTA AL PARCO DEGLI ANIMALI DI FIRENZE
Biscia Recuperata al Forte (LU)
Ancora un intervento per il recupero di una biscia da parte di Anpana Lucca. Si tratta del secondo caso di recupero di una biscia a Forte dei Marmi effettuato dalle Guardie Ecozoofile Anpana di Lucca che, con una pattuglia appositamente attrezzata, si è recata in una villa di via Morin. Il primo recupero era avvenuto, sempre di una biscia, in un giardino ma questa volta l'intervento è stato più complicato perchè il rettile si era introdotto in una camera. La proprietaria, infatti, aveva notato un serpente dirigersi proprio nella camera e, più precisamente, dietro un alto armadio.

La pattuglia, appena giunta sul posto, ha bonificato sedie, tavolo e poltrona della stanza e poi ha provveduto a svuotare e scomporre il pesante armadio che, altrimenti, sarebbe stato impossibile smuovere. Il rettile si trovava proprio dietro il banco e, dopo un primo tentativo di recupero andato a vuoto, al secondo è stato recuperato e inserito in un contenitore. Si trattava di una biscia di circa un metro e 30 centrimetri. particolarmente nervosa che, per ben due volte ha attaccato e morso i pantaloni di uno degli agenti.

Il Comandante provinciale Anpana Lucca Laura Galleni - che è intervenuta nel recupero assieme al Comandante regionale Anpana Toscana Angelo Bertocchini - raccomanda, in caso di individuazione di serpenti in casa, di chiudere tempestivamente porta e finestra della stanza e di contattare i Vigili del Fuoco al 115 o, in alternativa il Nucleo Recupero Rettili di Anpana Lucca al 338.5476664.

ANPANA LUCCA SALVA FALCHETTO FERITO
Durante i consueti servizi istituzionali lungo le strade delle nostre colline per controllare discariche e abbandoni incondizionati di rifiuti, una pattauglia di Guardie Ecozoofile Anpana Lucca notava, a Pieve S.Stefano, lungo la strada, un falchetto che non riusciva a volare e perdeva sangue.

Subito le guardie hanno rilevato che il volatile, ancora in giovane età, era stato molto probabilmente investito da un'autovettura ed aveva vistose ferite all'ala e alla zampa sinistra. Immediatamente è stato contattata l'Associazione Vega Soccorso che si è recata a recuperare il falchetto per condurlo in un'idonea struttura medica per le cure.
IL FALCHETTO RECUPERATO DA ANPANA LUCCA
ANPANA LUCCA RECUPERA UN FALCHETTO
CONVENZIONE PARCO FLUVIALE LASTRA A SIGNA
Partono oggi, 1 agosto, due mesi di sperimentazione per il controllo e la tutela del Parco Fluviale e delle altre aree verdi del Comune grazie ad un progetto dell’amministrazione comunale insieme all’associazione A.N.P.A.N.A (Associazione Nazionale Protezione Animali, Natura e Ambiente). L’iniziativa nasce dall’esigenza di una maggior vigilanza sull’area del Parco Fluviale e in generale nei parchi pubblici del territorio che spesso, soprattutto nei fine settimana, sono oggetto di episodi di vandalismo, sporcizia e noncuranza. L’Associazione A.N.P.A.N.A, attiva sul territorio della Provincia di Firenze dove svolge azioni di tutela ambientale, dei parchi e dei giardini, sviluppo dell’educazione ambientale con azioni di informazione e sensibilizzazione, garantirà la presenza di due, massimo tre guardie ecozoofile che presidieranno, per questi due mesi, la zona del Parco Fluviale. Gli operatori potranno segnalare alla polizia municipale eventuali episodi da sanzionare, come abbandono di rifiuti nel parco, maltrattamenti di animali o uso improprio dell’area e saranno inoltre a disposizione dei cittadini per richieste, informazioni e sensibilizzazione rispetto al valore dell’area verde. Al termine dei due mesi di sperimentazione l’amministrazione comunale potrà decidere se proseguire la collaborazione, pensando ad estendere il progetto agli altri parchi e giardini del territorio e alla possibilità di promuovere insieme iniziative sui temi dell’educazione ambientale. “Si tratta di una prima risposta alla necessità di una maggior tutela del Parco – ha spiegato il sindaco Angela Bagni- spesso pervengono ai nostri uffici segnalazioni dei cittadini sulla presenza di sporcizia e su episodi di vandalismo e la situazione in alcuni giorni della settimana diventa insostenibile. Abbiamo pensato così ad un progetto che andasse a tutelare l’area e sensibilizzare la cittadinanza sulla salvaguardia di una delle zone verdi più importanti del territorio, dove nidificano varie specie di uccelli e fauna di altro tipo e che tutti i cittadini hanno il diritto a pieno di frequentare ma anche il dovere di rispettare”. “Siamo soddisfatti di aver raggiunto un accordo di collaborazione con l’associazione A.N.P.A.N.A - ha aggiunto il vicesindaco e assessore alla sicurezza e decoro urbano Leonardo Cappellini- e grazie a questo progetto potremo salvaguardare l’area naturalistica e promuovere il rispetto della natura e dell’ambiente che è patrimonio di tutti i cittadini. Inoltre garantiremo, grazie alla presenza degli operatori dell’associazione, anche una maggior sicurezza in tutta l’area, in raccordo con le forze dell’ordine presenti sul territorio". Per eventuali segnalazioni sul Parco Fluviale e sugli altri parchi e giardini del territorio è possibile scrivere all’associazione alla seguente mail: segnalazioni.firenze@anpana.toscana.it.



Articolo tratto dal sito del Comune di Lastra a Signa raggiungibile al link: http://www.comune.lastra-a-signa.fi.it/sezioni-destra/scrivi-al-tuo-comune/news/comunicati/parco-fluviale-al-via-due-mesi-di-sperimentazione-per-la-tutela-dell-area-verde-grazie-ad-un-progetto-in-collaborazione-con-l-associazione-a-n-p-a-n.a/
Parco Fluviale Lastra a Signa - Incontro con il Sindaco
Convenzione Lastra a Signa
Terzo Congresso Regionale
Sabato 5 Aprile si è tenuto presso l'aula magna dell'istituto Matteotti di Pisa il III Congresso Regionale dell'Associazione ANPANA (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente) della Toscana.

Obiettivo del congresso è stato far conoscere alla cittadinanza ed alle istituzioni gli ambiti di intervento dell'ANPANA e instaurare una collaborazione sempre più attiva con le Forze di Polizia e con gli Enti del territorio; tutto ciò grazie alle competenze e alla professionalità che ci contraddistingue in materia di tutela Animale, Ambientale e di Protezione Civile.

Ad aprire il "III Congresso ANPANA TOSCANA" è stato l'Ispettore/Comandante Regionale e Responsabile Nazionale del Settore Protezione Civile, Dirigente Superiore Angelo Bertocchini, che ha salutato i presenti e letto una lettera di ringraziamento ai volontari da parte del Presidente Nazionale ANPANA Francesco Pellecchia, nonchè un messaggio di saluti del Comandante Interregionale Centro Dir.Gen. Mario Ceccarelli, non presenti in sala per altri impegni istituzionali nazionali.
Molti gli interventi in aula e molteplici le presenze in sala: erano infatti presenti l'Ing. Francesco Re (Funzionario Responsabile U.O. Provincia di Pisa), il Dott. Marco Del Torto (Direttore Dipartimento Veterinario ASL 5 Pisa), l'Assessore Salvatore Sanzo del Comune di Pisa con delega sulla tutela dell'ambiente e alla Protezione e Benessere degli animali, il Vice Questore CFS Davide Ciccarelli, l'Ispettore Fabrizio Calamai della Polizia Provinciale di Pisa, il Colonnello dell'Arma dei Carabinieri Angelo De Luca.

"Gli animali non hanno voce, non hanno un avvocato che possa difenderli. Animali e ambiente hanno bisogno di essere tutelati - ha ricordato De Luca - e una politica di prevenzione per la tutela ambientale è fondamentale e quanto mai necessaria. Autorità civili , forze dell'ordine e associazioni quali l'ANPANA sono impegnate costantemente in prima linea in quest'opera."

Il Dott. Davide Ciccarelli, Commissario Capo CFS, ha raccontato alla platea come insegnare per la formazione di questi volontari abbia contribuito a riconsiderare il suo lavoro arricchendolo di altri punti di vista, evidenziando quindi come la componente emotiva del volontariato sia un valore aggiunto per tutti.
E sul lavoro dei volontari di questa associazione, sulla loro umiltà e professionalità, ha insistito l'intervento del Sig. Tancredi Ventura, venuto direttamente a contatto con l'ANPANA per la scomparsa del suo cane: una vicenda per lui molto dolorosa ma, fortunatamente, conclusa con esito positivo proprio grazie all'intervento e le indagini portate avanti dalle Guardie Ecozoofile di Pisa.
Tra le numerose presenze in aula, oltre ad alti gradi della polizia municipale anche consiglieri comunali e provinciali di Pisa che non hanno fatto mancare il loro sostegno e la loro approvazione per il lavoro che giornalmente viene svolto dai volontari e dalle Guardie nella Provincia di Pisa, e in generale in tutta la Toscana. Erano presenti tra gli altri anche il Consigliere Comunale Juri Dell'Omodarme, "Presidente della Prima Commissione Consiliare Permanente Comune di Pisa" con deleghe all'uso ed assetto del territorio ed all'ambiente ed il Consigliere Provinciale Giorgio Tamberi, membro Provinciale e Regionale della Commissione "Territorio ed Ambiente" per l'Unione delle Province d'Italia.

Molto nutrite le rappresentanze delle sezioni ANPANA di Lucca, Firenze, Massa Carrara e Siena. Dopo la consegna degli attestati di benemerenza alle Guardie Ecozoofile più meritevoli distintisi nello scorso anno, tenuta dall'Ispettore Regionale Angelo Bertocchini, ha avuto seguito una lezione di aggiornamento per le Guardie Ecozoofile sul tema degli equidi. La lezione è stata tenuta da un allenatore professionista di cavalli, Michele Mennucci e dalla Dottoressa Stefania Pagot, veterinario esperto in antidoping.
Di seguito le varie sezioni provinciali della Toscana sono intervenute facendo un quadro delle loro attività e presentando i loro progetti e le iniziative previste nel prossimo futuro, con particolare attenzione alla formazione nelle scuole. Al termine del programma congressuale, gli alunni dell'Istituto Matteotti hanno preparato e servito un pranzo molto apprezzato da tutti i presenti in sala.
Dopo il saluto dei Presidenti Provinciali presenti, il convegno è stato chiuso dall'Ispettore/Comandante Regionale Angelo Bertocchini e l'appuntamento è stato fissato per il prossimo anno in un'altra provincia della Toscana, presumibilmente Siena.
Terzo Congresso Regionale
Foto di gruppo
TARTARUGHE ABBANDONATE
Per il presente articolo si ringrazia la redazione di Pets & The City
Al link: PETS&THECITY potrete trovare tanti articoli interessanti.

Ad A.N.P.A.N.A. Onlus Sezione Territoriale Firenze sono arrivate molte segnalazioni da parte di cittadini che frequentano le aree verdi del Comune di Firenze, che denunciano la presenza di tartarughe d'acqua diventate predatrici di pesci e uccelli acquatici che gravitano attorno alle vasche cittadine. Le tartarughe d’acqua dolce più comuni che vengono abbandonate nelle vasche cittadine sono la trachemys scripta elegans (orecchie rosse) e la trachemys scripta scripta (orecchie gialle), che giungono dal nord e centro America.

Precisiamo che la Trachemys scripta elegans, diventata rara in natura, necessita di certificazione CITES e dal gennaio 1998 è vietata l' importazione all' interno della CEE. Le tartarughe acquatiche sono uno dei più comuni animaletti da compagnia, ma non bisogna farsi ingannare dalle dimensioni che hanno al momento dell’acquisto perché in genere si tratta di esemplari neonati che poi crescono fino a raggiungere i 28 cm di lunghezza del carapace per diversi kg di peso.

Il D.P.G..R. n. 38R/2011, regolamento di attuazione della legge 59/09, prescrive come spazio per due tartarughe acquatiche un’area pari al quintuplo per il doppio la lunghezza del carapace dell’animale più grande; la parte asciutta deve essere almeno pari alla superficie del carapace dell’animale più grande, la parte acquatica deve essere almeno pari al doppio della lunghezza del carapace dell’animale più grande e, per ogni animale in più, occorre calcolare in aggiunta il 25% della superficie sia acquatica sia terrestre.

Oltre allo spazio idoneo questi animaletti necessitano di altre accortezze: termo riscaldatori per mantenere la temperatura dell’acqua compresa tra i 24 e i 26 gradi, esposizione al sole di vitale importanza (in alternativa lampade che emettono spettro di radiazioni compresi i raggi ultravioletti) sempre con possibilità di ripararsi all’ombra, filtro per eliminare odori sgradevoli e imputridimento dell’acqua, cambio d’acqua settimanale, alimentazione particolare, prevalentemente carnivora fino al secondo anno e onnivora in età adulta. Tenendo questi rettili in casa, anche rispettando i suddetti punti, si attenua solo la sofferenza iniziata con il trasporto, che porta alla moria, entro il primo anno, di oltre l’80% degli esemplari allevati.

Da tenere ancora presente che quelle che superano i primi anni di vita possono arrivare a superare i 30 anni e pertanto un impegno nel tempo. E' bene quindi evitare l’acquisto di questi animali che spesso vengono abbandonati per difficoltà di gestione logistica ed economica e il loro abbandono danneggia l’ecosistema minacciando le specie autoctone. Abbandonare un animale, oltre ad essere un gesto incivile, in Italia è un reato ai sensi dell'art. 727 del Codice Penale che prevede l'arresto fino ad un anno o al pagamento di una ammenda da 1.000 a 10.000 euro.

Per per segnalazioni in merito all'ambiente e agli animali nel territorio di Firenze: segnalazioni.firenze@anpana.toscana.it
Terminato il 4to Corso Guardie Ecozoofile ANPANA
TERMINATO IL 4° CORSO ANPANA LUCCA PER GUARDIE ECOZOOFILE: I CANDIDATI PROMOSSI.

Quattro mesi di corso formativo, circa 100 ore di lezione tra docenze in aula e servizi esterni, 15 docenti (provenienti da CFS-CITES, Polizia Provinciale, Polizia Municipale, Avvocati, ASL, Specialisti di settore, Veterinari, Dirigenti Anpana), 25 aspiranti guardia ecozoofila provenienti dalle sezioni Anpana di Lucca, Firenze e Pisa: questi i numeri principali del "4° Corso Provinciale per Guardie Ecozoofile ed Operatori di Protezione Civile" organizzato da Anpana Lucca che si è concluso lo scorso 8 febbraio a S.Alessio (Lu) presso il Comando Regionale Guardie Ecozoofile Anpana della Toscana.

L'esame ha avuto inizio in mattinata e si è protratto, con una parte orale e con una prova scritta, per tutta la giornata. Sono risultati idonei a conseguire, dopo tirocinio, il decreto di Guardia Particolare Giurata Volontaria 15 volontari (11 della Sezione Anpana di Lucca, 2 della Sezione Anpana di Firenze e 2 della Sezione Anpana di Pisa).

Questi i loro nominativi: Giulia Sonetti, Claudia Bevilacqua, Fabio Bonuccelli, Elena Brunini, Enrica Lovi, Luigi Ramacciotti, Andrea Giuliattini Burbui, Tiziano Guasti, Alessandra Moscato, Rosalba Scoccati, Giulia Giannasio, Alessandra Deverio, Nicola Perini, Luca Valeri, Massimo Alfieri.

La Commissione era composta dal Presidente Nazionale Anpana Onlus Francesco Pellecchia, dal Comandante Regionale Anpana Toscana Angelo Bertocchini, dall'Avvocato Mauro Domenici, dal Dirigente Asl 2 Lucca Direttore U.O. Sanità Pubblicà Veterinaria Dott. Ambrogio Pagani.

Il Presidente Nazionale Pellecchia, al termine della prova, ha voluto evidenziare, dopo i dovuti complimeti ai volontari promossi come, per Anpana, sia fondamentale la serietà e professionalità dei propri corsi e dell'operato delle Guardie ricordando che, proprio per questo, dal 2013 Anpana è divenuta Ente Formatore Riconosciuto UNI EN ISO 9001:2008.
Non basta, infatti, secondo Anpana essere in possesso di un titolo di polizia in tasca ed essere operativi solo qualche volta all'anno , ma è necessario essere presenti sul campo con frequenza costante.
Anche i Comandanti Provinciali di Anpana Lucca, Laura Galleni, Anpana Firenze, Roberto Ferroni e Anpana Pisa, Rino Campobassi, presenti agli esami, si sono rallegrati con coloro che hanno superato la selezione ricordandogli, però, che questo è solo il primo passo per giungere al rilascio del decreto prefettizio di Guardia Particolare Giurata: dovranno, infatti, ancora superare un periodo di prova di 4 mesi. Solo al termine di questo periodo sarà valutata la voglia di fare, di crescere e la disponibilità di ognuno e sarà, in caso positivo, presentata la richiesta alle rispettive Prefetture di competenza per il rilascio dei decreti.

Le future guardie ecozoofile diverranno Pubblici Ufficiali con funzioni di Polizia Giudiziaria relativamente al settore di tutela animale combattendo i malgoverni e i maltrattamenti sugli animali e saranno anche impiegate in protezione civile e recupero rettili. Il Comandante Provinciale Anpana Lucca Laura Galleni fa altresì presente che, nello scorso 2013, oltre 3400 sono state le ore di servizio effettuate dalle Guardie Ecozoofile del proprio Comando con impegno pressochè giornaliero sul territorio provinciale.
Foto di Gruppo del 4to Corso Guardie Ecozoofile ANPANA
FOTO DI GRUPPO DEI PARTECIPANTI  AL 4to CORSO
Una Zampa Come Aiuto
Una zampa come aiuto, concluso il corso per volontari cinofili di conforto (Comfort dog) dell'Anpana di Lucca


Si è tenuto nei giorni scorsi nei locali della ex Circoscrizione 6 a S.Alessio, il seminario conclusivo dell'iniziativa organizzata da Anpana Lucca Una zampa come aiuto che ha permesso la formazione di 17 operatori volontari con i propri amici quattro zampe finalizzata, appunto, a rendere operative unità cinofile di conforto. Gli animali effettueranno servizi nelle scuole, negli asili, nelle case di cura e, se necessario, sulle calamità. "I volontari, infatti, - ha affermato la Comandante Provinciale Anpana Lucca Laura Galleni - hanno imparato a conoscere un nuovo rapporto terapeutico grazie al fatto che il cane è un acceleratore di emozioni e quindi, in situazioni, ad esempio di calamità, gli anziani, i bambini o chiunque lo desideri, anche solo accarezzandolo o giocando con lui, hanno una forma di rilassamento e scarico di emozioni".

Il corso Una Zampa come Aiuto è stato possibile grazie al finanziamento del Cesvot (Centro Servizi Volontariato della Toscana) e della Fondazione Banca del Monte di Lucca. Anche il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini ha assistito ad alcune dimostrazioni dei cani durante il seminario apprezzando molto l'iniziativa e ringraziando l'Anpana Lucca per il lavoro che sta svolgendo da anni sul territorio in ambito di animali e ambiente.

Il corso è stato tenuto da Benedetto Benedetti, psicologo, Lucilla d'Agostini, istruttrice cinofila, Alessandro Bianchi, medico veterinario e Angelo Bertocchini, responsabile nazionale protezione civile Anpana Onlus e Disaster Management, Proprio il dottor Bianchi ha voluto sottolineare quanto si stato importante realizzare un'iniziativa di questo tipo lontana dalla demagogia e dal pressapochismo.



Hanno sostenuto l'iniziativa anche il Gruppo Puccetti Spa, il Centro Veterinario S.Jacopo, Fidocampus, Giusti Agraria e Del Pesco in Fiore. Durante la manifestazione sono stati consegnati gli attestati del Cesvot a tutti i partecipanti al corso.
Una Zampa Come Aiuto
ComfortDog
Il Vescovo Benedice gli Animali
Malgrado il tempo inclemente degli ultimi giorni, si è ugualmente svolta a Lucca, lo scorso 19 gennaio, a pochi giorni dalla ricorrenza di S.Antonio Abate, la Benedizione degli animali riportata appunto nella cittadina capoluogo dal 2012, dopo anni di assenza, dalle Guardie Ecozoofile di Anpana Lucca. La Comandante Anpana Lucca Laura Galleni ha detto - sorpresa dal numero di presenze - che, visto la pioggia insistente, non si sarebbe immaginata sicuramente un afflusso così numeroso di cittadini (e turisti) con i loro beniamini pelosi e non. Si sono infatti presentati alla benedizione, impartita dall'Arcivescovo di Lucca Monsignor Italo Castellani, 55 persone con cani, gatti, furetti, conigli, porcellini d'india, gatti e anche un serpente esotico.
Purtroppo dovevano essere presenti anche cavalli e somarelli ma, a causa del selciato bagnato, non sono stati portati per evitare rischi di scivolamenti. Monsignor Castellani, prima della benedizione ha anche parlato, a braccia, della sua passione per gli animali e dei cani, in particolare dei pastori tedeschi e del rapporto che, da ragazzo, aveva proprio con il suo amico quattrozampe di quella razza. Il rito della benedizione si è svolto nei pratini dietro il Duomo di Lucca (Piazzale Arrigoni) e, proprio durante il rito, il tempo si è rasserenato, consentendo così un tranquillo svolgimento della cerimonia. Al termine della cerimonia le Guardie Ecozoofile Anpana Lucca hanno rilasciato ad ognuno dei presenti un attestato di partecipazione in ricordo della cerimonia mentre all'Arcivescovo Castellani è stato donato il Calendario Istituzionale Anpana 2014. Erano presenti anche alcuni cani, appositamente addestrati, facenti parte del Nucleo Cinofilo da Conforto di Anpana Lucca e proprio una di questi, Madamadorè, ha consegnato a Monsignor Castellani, portandolo con la bocca, un fiore, tra gli applausi degli altri partecipanti. L'Anpana desidera ringraziare pubblicamente l'Arcidiocesi di Lucca per la collaborazione e i numerosi partecipanti che, anche con il tempo incerto, non hanno rinunciato alla benedizione;
Il Vescovo Benedice gli Animali
Il Vescovo benedice gli Animali
1ma Edizione BefanAnpana
Successo per la prima BefanAnpana 2014



Anche se le condizioni meteo non hanno permesso di raggiungere con un asinello (e garantire la sicurezza) Piazza Napoleone, si è svolta con successo la prima edizione di BefanAnpana 2014.

Due Befane di Anpana Lucca, una per i bambini e l'altra per i nostri amici quattrozampe, sia nel pomeriggio del 5 gennaio 2014 che nel pomeriggio del 6 gennaio 2014, hanno infatti distribuito caramelle e dolciumi ai bambini e spizzichini ai cani che incontravano.

Un'iniziativa, realizzata con il patrocinio del comune di Lucca, che mancava nelle nostre zone hanno ricordato il presidente Anpana Lucca Claudio Borelli e la Comandante Provinciale Laura Galleni in quanto rivolta sia ai piccoli che agli animali.

Le due befane hanno ripetutamente percorso il tragitto da Piazza Napoleone a Piazza S.Michele soffermandosi con oltre 150 bambini e decine di cani.

Nell'occasione era stato anche allestito un punto informativo per la cittadinanza, in piazza Napoleone, dove, chi lo desiderava, si è rivolto alle Guardie Ecozoofile Anpana Lucca, presenti assieme ad alcuni allievi guardia, per richiedere delucidazioni sulla corretta detenzione di animali e, in tre casi, segnalare presunte situazioni di malgoverno.
BefanAnpana 2014
BefanAnpana 2014
OLTRE 60 PARTECIPANTI AL CORSO "PATENTINO CANE AMICO" PROMOSSO DA ANPANA LUCCA.
  
 
 
Felicissima del successo ottenuto" Queste le prime parole della Comandante Provinciale Anpana Lucca - Laura Galleni - che aveva voluto, ideato e presentato al Cesvot, il Corso gratuito denominato Patentino Anpana "Cane Amico" concluso, appunto, alcune sere fa. L'evento era stato cofinanziato dal Cesvot (Centro Servizi Volontariato della Toscana) su Bando Sviluppo e Promozione Territoriale e si prefiggeva di promuovere il concetto di "Cane educato-cane rispettato". Al corso, ben oltre ogni più rosea aspettativa (anche se numerose erano le richieste di informazioni pervenute all'Associazione che premonivano un ottimo risultato), hanno preso parte una media di 61  partecipanti - molti dei quali con i loro cani -  per ognuna delle tre lezioni, riempiendo completamente l'ampia sala riunioni della ex Circoscrizione 6 a S.Alessio dove si trova anche un ufficio di Anpana Lucca. Lo scorso anno - ricorda l'Ispettore Regionale Anpana Toscana Angelo Bertocchini - ci eravamo aggiudicati un progetto, sempre su bando Cesvot, sull'illustrazione ai cittadini del regolamento convivenza uomo-animali del Comune di Lucca; quest'anno, invece, è stato deciso di aumentare le giornate del corso, completamente gratuito, portandole da 1 a 3, con una parte teorica ed una dimostrativa, al fine di conferire ai proprietari dei cani una formazione basata sul modello della cinofilia gentile. Sono, infatti, state illuistrate dall'Educatrice Cinofila Lucilla D'Agostini, le corrette regole di serena convivenza tra persone e cani in casa e fuori ed è stato insegnato ai partecipanti come decifrare il linguaggio dei segnali dei cani per gestire al meglio le situazioni quotidiane. Inoltre, sono stati spiegati i comandi base e la corretta gestione della passeggiata al guinzaglio. Molto interessante la lezione tenuta dal Dott. Alessandro Bianchi, Medico Veterinario specialista in piccoli animali, sul Primo soccorso del cane e l'illustrazione del regolamento Uomo-Animali del Comune di Lucca e della Legge Regionale 59/09 esposta dall'Ispettore Regionale Bertocchini. Il corso si è concluso con un piccolo buffet e con la consegna degli Attestati di partecipazione. Nel prossimo mese di ottobre inizierà un altro corso gratuito per Comfort-Dog da utilizzare sulle calamità  e le emergenze varie.
IL COMUNE DI FORTE DEI MARMI PREMIA ANPANA LUCCA PER LA VIGILANZA AMBIENTALE

 

 Nella nottata tra il 15 e il 16 agosto scoro, su richiesta dell'ufficio ambiente del Comune di Forte di Marmi, alcune Guardie Ecozoofile di Anpana Lucca sono state impegnate inun servizio di vigilanza alle Dune Protette Anpuil della Spiaggia libera di Ponenete della rinomata cittadina balneare. Lo scorso anno, infatti, gruppi di scalmanati avevano introdotto sulla spiaggia alcoolici e fascine di legno provocando, in evidente stato di ebrezza, incendi ai bagni limitrofi e conseguente bonifica della spiaggia da parte del Comune per alcuni giorni. In questo ferragosto, invece, i controlli congiunti delle nostre guardie con Vigili Urbani, Capitaneria di Porto, Guardie Ambientali del WWF e Carrabinieri in congedo, hanno permesso che non si verificasse quanto accaduto nell'anno passato. Per questo il Comune di Forte dei Marmi, lo scorso 1 settembre, nell'ambito del Gran Galà dell'Ambiente, ha ritenuto giusto consegnare una targa alle Associazioni che hanno partecipato alla vigilanza e ai volontari che sono stati impegnati nella nottata di ferragosto. L'Anpana Lucca era presente anche con un Punto Mobile di Coordinamento delle proprie Guardie posizionato sulla roulotte dell'Associazione. Questi i nominativi delle Guardie Ecozoofile Anpana Lucca premiate: Dina Giusti, Laura Traina, Franca Zacco, Claudio Borelli, Rossano Fava, Franco Chiozzi e Angelo Bertocchini. Alla premiazione ha preso parte anche la Comandante Provinciale Laura Galleni che ha evidenziato l'impegno e la professionalità delle guardie premiate durante il suddetto servizio di vigilanza.

Patentino ANPANA cane amico

L’AMBIENTE E I BAMBINI. L’ANPANA PREMIA LA SCUOLA DELL’INFANZIA DI MONTE S.QUIRICO.
 
Buona parte dell’anno scolastico dedicato alla realizzazione di progetti educativi sul rispetto dell’ambiente e sulla tutela del mondo animale: è quanto hanno portato avanti le maestre Maria Cordoni, Daniela Del Dotto, Luana  Puccinelli ed Eleonora Rugani della Scuola dell’infanzia di Monte S.Quirico per maturare sempre più nei bambini quanto sia importante tutelare l’ecosistema in cui viviamo, dall’ambiente agli animali. Durante l’anno scolastico i bambini delle Sezioni A e B dell’istituto hanno anche potuto vedere e  toccare animali (alcuni provenienti dal “Piccolo Rifugio di Fiocco di Luna”) che, fino a quel momento, avevano veduto solo in foto o in televisione. Le maestre hanno spiegato le caratteristiche degli animali presentati ed hanno risposto alle domande poste dai piccoli entusiastici di questa fantastica esperienza. Sono stati inoltre realizzati diversi lavori tutti scrupolosamente con materiale riciclato (cartelloni, tende con fondi di bottiglia in plastica, animali con bottiglie di palstica, fiori con bicchieri in plastica, ritratti, ecc) e sono state insegnate ai bambini canzoni sull’importanza della raccolta differenziata e sulla tutela ambientale in genere. Per questo l’Anpana Lucca ha ritenuto giusto ringraziare quanto fatto dalle maestre donando alla scuola dell’infanzia di Monte S.Quirico, oltre ai gagliardetti dell’Associazione, una borsa contenente svariato materiale di cancelleria che sicuramente i bambini utilizzeranno dal prossimo anno. La premiazione è stata effettuata dalla Comandante Provinciale delle Guardie Ecozoofile Anpana Lucca Laura Galleni e dalla Guardia Scelta Rossano Fava. La Comandante, durante la premiazione, ha fatto presente come sia importante, in un mondo come quello di oggi, insegnare, già ai piccoli, sani principi ed il rispetto per ciò che li circonda come, appunto, una delle canzoncine imparate dai bambini cita “..una buona educazione è importante per l’ambiente non soltanto per il presente ma per quelli che verranno…”.
2° ANPANA Show Dogs

SISMA DELLA GARFAGNANA: ANPANA LUCCA TERMINA I SERVIZI NEL CRATERE DEL SISMA.

 

 

Anche l'Anpana Lucca, a seguito del sisma che ha colpito (e purtroppo continua  a colpire sia con microscosse che con scosse di grado 3-3,5  superando nel totale le 1600 scosse) i territori della Garfagnana e della Lunigiana, è stata attivata dalla Provincia di Lucca in duplice veste: sia per eventuali interventi sugli animali, sia per vigilanza notturna ai cancelli della tendopoli di Piazza al Serchio. Tendopoli non sicuramente paragonabile a quelle dell'Abruzzo o dell'Emilia ma pur sempre necessaria ad accogliere famiglie con abitazioni lesionate e, a seguito delle persistenti scosse, nuclei familiari impauriti che non volevano trascorrere la notte nella propria abitazione. Il Responsabile Nazionale Protezione Civile Anpana Onlus, Angelo Bertocchini, che abita in quella provincia, ha fatto in modo da coprire tutte le turnazioni notturne richieste e ciò è stato possibile grazie alla disponibilità e sinergia dei colleghi di Anpana Pisa, Anpana Firenze, Anpana Arezzo e, naturalmente, Anpana Lucca. In caso di ulteriore necessità, altri volontari erano in stand-by pronti a raggiungere la Toscana dal Piemonte e dall'Emilia: fortunatamente, però, lo scorso 9 luglio la tendopoli di Piazza al Serchio è stata smantellata e non vi è stata, pertanto, ulteriore necessità di prestare alcun servizio di vigilanza. Il Presidente Provinciale Anpana Lucca, Claudio Borelli, desidera informare che, per la prima volta su un'emergenza, è stata utilizzata da Anpana Lucca, come Nucleo Mobile di Vigilanza e Coordinamento, una roulotte recentemente acquistata. Il mezzo, ancora in fase di allestimento, attrezzato con pc e radio pmr, si è rivelato un valido supporto sia come postazione logistica che per far riposare a turno i volontari di servizio viste le nottate particolarmente rigide della Garfagnana sino a pochi giorni fa. L'Anpana, riepilogando, ha svolto per 12 giorni turnazioni di vigilanza notturna ed è stata impiegata in 3 interventi su animali rimasti nel paese di Minucciano (Lu) impiegando complessivamente 32 volontari operativi e 3 mezzi.

Benedicta Boccoli, un video contro l'abbandono dei cani.

Firenze, 29 giugno 2013 - IN ESTATE purtroppo aumenta il numero degli animali, cani soprattutto, abbandonati. L’abbandono è un gesto vile ed è un reato penale che prevede l’arresto fino a un anno o il pagamento di una ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Le associazioni animaliste sono impegnate nel contrastare questo fenomeno.

Anpana Onlus Sezione Territoriale Firenze a questo proposito ha realizzato un video con la collaborazione dell’attrice Benedicta Boccoli (nella foto) che recita la poesia di Marco Fraleoni “Bobby er cane”. «In Italia - sottolinea Claudia Barsi, presidente Anpana Firenze, che ringrazia Benedicta Boccoli “per il suo entusiamo nella collaborazione al progetto e Alessio Pasquini che ha curato il progetto grafico in ogni dettaglio” - il numero dei cani randagi oscilla tra 500 mila e 700 mila mentre i cani iscritti all’anagrafe canina nazionale sono 5 milioni 815mila 727, dato che comprende anche i cani ospitati nei canili-rifugio dei comuni (Ministero della Salute 2012)».

Per quanto riguarda la situazione degli abbandoni nella nostra città, il dottor Enrico Loretti, responsabile Asl veterinaria di Firenze, sottolinea che «nel nostro territorio siamo fortunati, perché il fenomeno dell’abbandono vero e proprio è limitato a poche decine di casi l’anno. C’è una cultura di rispetto nei confronti degli animali». «Qui - aggiunge - si parla di animali mal custoditi, cani che scappano e poi vagano in città. Nel 2012 ci sono stati 161 ingressi nel canile sanitario, cani vaganti recuperati, di cui 117 restituiti al proprietario, grazie all’anagrafe canina, 7 adottati e 15 trasferiti al Canile Rifugio Parco degli Animali. Nel 2013 186 ingressi, 146 restituiti, 13 adottati e 10 trasferiti al parco degli Animali». «Particolarmente significativo - dice ancora Loretti - l’indicatore dei cani restituiti, 72% nel 2012, 79% nel 2013, a riprova della buona risposta dei cittadini all’obbligo di identificazione con microchip. La somma dei cani restituiti ed adottati, quindi sottratti ad un destino in canile, è per il 2013 superiore all’85%».

 

Fonte La Nazione.

Campagna Contro L'Abbandono di Animali.

In Italia il numero dei cani randagi oscilla tra i 500 mila e i 700 mila mentre quelli iscritti all'anagrafe canina nazionale sono 5 milioni 815 mila 727,dato che comprende anche gli animali ospitati nei canili-rifugio dei vari comuni (Ministero della Salute 2012).

Il fenomeno dell'abbandono raggiunge i picchi massimi nel periodo estivo per la difficoltà da parte dei padroni di gestire l'animale in villeggiatura e durante il trasporto.

La maggior parte dei cani è destinata ad una sorte drammatica;morire di fame e sete o essere investiti dalle automobili lungo le strade mettendo a rischio anche l'incolumità dei guidatori.

Con l'iniziativa“Abbandonare un cane è un reato art.727 Codice Penale” A.N.P.A.N.A. Onlus Sezione Territoriale Firenze intende contrastare l'abbandono dei cani e diffondere la cultura del possesso responsabile.

La campagna 2013 della nostra Associazione consiste in un video nato dalla collaborazione con l'attrice Benedicta Boccoli che recita la poesia “Bobby er Cane” di Marco Fraleoni.

Abbandonare un animale,oltre ad essere un gesto incivile, è un reato in Italia ai sensi dell'art. 727 del Codice Penale che prevede l'arresto fino ad un anno o al pagamento di una ammenda da 1.000 a 10.000 euro.

Un ringraziamento personale a Benedicta Boccoli per il suo entusiasmo nella collaborazione al progetto e ad Alessio Pasquini che ha curato il progetto grafico in ogni suo dettaglio. Grazie!

 

 

VIDEO

(Basta cliccare sulla foto sotto)

 

 

 

 

Esposizione Internazionale Canina di San Rossore - Pisa 8-9 Giugno 2013.

        

 

 

 

Nella splendida cornice del parco di San Rossore si è svolta la 56esima esposizione internazionale canina di Pisa e la 35esima esposizione nazionale canina di Empoli.

È stato un evento da record sia dal punto di vista organizzativo che dal numero di esemplari canini iscritti (oltre 2300 provenienti da tutto il mondo), che nonostante il mal tempo, ha fatto registrare una partecipazione di pubblico ed appassionati del genere veramente impensabile.

Per tale successo sono da fare i complimenti al Presidente Provinciale Gruppo Cinofili Pisano Avv. Dott. Barbara Zanieri che ha portato questa manifestazione, Pisana, ad essere tra le migliori e la più apprezzata in tutta Italia.

Quest’anno in oltre la manifestazione si è impreziosita con la presenza di ospiti di altissimo livello esperti in cinofilia tra cui l’esperto cinofilo di fama internazionale, nonché eminente cinofilo italiano, Avv. Paolo Dondina ( che ha avuto il grande riconoscimento di giudicare il Best in Show sia all’Esposizione newyorkese del Westminster Kennel Club sia al prestigiosissimo Cruft’s ), il Presidente Nazionale dell’ ENCI Dott. Francesco Balducci, il Colonnello dei Carabinieri Dott. Angelo De Luca, Presidente onorario della Dav (Difesa Animali Ambiente e Vita) e socio onorario ANPANA(Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente), ed il Presidente ANPANA Pisa Rino Campobassi.

La 56esima esposizione canina di Pisa verrà ricordata inoltre per un evento eccezionale per la sua rarità, infatti la Dott.ssa Barbara Zanieri ed il Dott. Francesco Balducci (Presidente Nazionale ENCI) hanno consegnato al Colonnello Dott. Angelo De Luca l’attestato di benemerenza per “GLI ALTI MERITI CINOFILI”unitamente alla spilla d’oro dell’ ENCI, che rappresentano il riconoscimento più alto sulla cinofilia al livello nazionale, per la passione e la competenza dedicata in tanti anni al mondo della cinofilia ,dimostrando grandissima esperienza e cultura su tutto ciò che riguarda il mondo del cane, la storia e le razze nonché per la sensibilità dimostrata verso gli animali proteggendoli sia da cittadino che, soprattutto, da tutore della legalità.

Di grande livello e spessore sono anche i giudici che hanno partecipato alla manifestazione, sicuramente tra i migliori al mondo, evidenziamo i giudici Manola Poggesi (Italia), Maurizio Baria (Italia), Arianna Giorgi (Italia), Claudio Montefusco(Italia), specialisti della razza bassotto insieme ad un espertissimo giudice russo il senatore Andrej Klishas.

E’ di nazionalità italiana il giudice che ha giudicato la razza boxer Gabriella Rosato.

Tra i giudici internazionali annoveriamo Karin Bergbom (Finlandia), Iolanda Nagler (Israele), Viva M. Soleckyj Szpunar (Polonia), Walter Jungblut (Germania) , Lorena Lotzniker (Italia), Hans Wiblishauser (DE), Andrei Klishas (RU), Pasqual Asensi Peinado (Spagna), Igor Vyguzov (Russia).

Il resto delle razze sono state giudicate dai giudici Christian Janes (Austria), Gianni Furgenzi (Italia), Pietro Paolo Condò (Italia), Goran Bodegard (Slovacchia) , Pasqual Asenzi Peinado (Spagna), Marco Giuseppe Nugnes, Mario Buonfante, Francesco Balducci (Pres.ENCI), Roberto Camprini, Franco Porta.

Tra i prestigiosi allevatori presenti all’evento ricordiamo la nota cinofila italiana Maria Gioacchina Bognanni ( Pres. Club Italiano Terrier Nero Russo e socio onorario DAV) e Pier Giorgio Lievore , grande esperto di Amstaff e Asia Centrale.

La splendida manifestazione si è conclusa con la vittoria nel Best In Show ottenuto da un meraviglioso esemplare di Bearded Collie ,giudicato dalla famosissima giudice Israeliana Iolanda Nagler.

A termine della serata ecco la perla, una torta con la forma della torre di Pisa , del Battistero e del Comune che ha lasciato tutti a bocca aperta per la bellezza e l’arte con cui è stata realizzata.

GUARDIE ECOZOOFILE ANPANA LUCCA E CARABINIERI SEQUESTRANO 2 CANI MALTRATTATI

 

Alcuni giorni fa, grazie alla segnalazione pervenuta alle Guardie Ecozoofile Anpana di Lucca da un cittadino, una pattuglia si è recata presso l’abitazione della persona che aveva chiamato, residente nella periferia sud di Lucca, individuando 2 cani stremati. Il cittadino aveva trovato gli animali vaganti per le strade del paese, malfermi sulle zampe e magrissimi e, reputando che le condizioni degli animali fossero riconducibili ad un presunto maltrattamento e che potessero causare incidenti , aveva appunto contattato le Guardie Anpana Lucca per un riscontro immediato della situazione. Gli animali, una volta rifocillati, sono stati controllati dagli agenti per verificare se avessero o meno i microchip e, una volta fortunatamente riscontrati, è stata contattata l’Asl per individuarne il proprietario. I cani si trovavano in uno stato di disidratazione e malnutrimento e, mentre uno riusciva, traballando a rimanere in piedi, l’altro non riusciva a rimanere in piedi ed era in preda ad un forte tremore. Vista la grave situazione l’Anpana ha deciso di contattare immediatamente un veterinario per valutare le effettive condizioni degli animali e, al tempo stesso, di chiamare la locale stazione Carabinieri per decidere se procedere con il sequestro dei cani. Mentre la veterinaria giunta sul posto confermava le condizioni di grave malnutrimento e disidratazione in cui si trovavano gli animali raccomandando un celere ricovero presso una struttura idonea per le cure, i Carabinieri riuscivano a mettersi in contatto con la proprietaria. Sia il personale dell’Arma che le Guardie Ecozoofile dell’Anpana, con il parere della Veterinaria,  dopo una brevissima valutazione della situazione, hanno concordato per procedere con il sequestro degli animali e per la loro conduzione presso il Canile Municipale di Lucca per sottoporli a più dettagliati controlli medici e cure tempestive. La proprietaria, naturalmente, è stata denunciata per maltrattamento di animali. Per l’ennesima volta, quindi – afferma la Comandante Provinciale Guardie Ecozoofile Anpana Lucca Laura Galleni -  si è verificato un altro caso di maltrattamento animali in Provincia di Lucca. Fortunatamente la piaga dei maltrattamenti animali, però, non è in aumento mentre, dai nostri controlli provinciali – continua la Comandante -  risulta un leggero aumento dell’individuazione di casi di malgoverno (dalla catena corta, al recinto non adeguato, alla mancanza di microchip, ecc.) con incremento anche di situazioni di conferimento causati dalla impossibilità delle famiglie, complice sicuramente la grave crisi economica, a detenere gli  animali in situazioni di benessere. Le Guardie Ecozoofile Anpana Lucca, comunque, ricordano che giornalmente effettuano controlli sul territorio e, per chi volesse fare appunto segnalazioni, è possibile contattare il cellulare 338/5476664 oppure inviare e-mail a segnalazioni.lucca@anpana.toscana.it oppure, naturalmente, prendere contatti con le Forze dell’Ordine.

ANPANA Arezzo recupera cane smarrito.

In data 18/03/2013 alle ore 17 circa, il Com.nte della sezione ANPANA Arezzo, portava  in salvo un cane che girovagava impaurito, bagnato e disorientato, nei pressi della rotatoria della strada di Via Settemponti ( altezza Centro Commerciale Magnifico). In piena autonomia e responsabilità, dettate dall’ esperienza maturata per la messa in sicurezza di animali disorientati , guidavo l’animale ad allontanarsi dalla strada principale spingendolo verso il parcheggio del Centro Commerciale e quindi usufruendo del mio stesso mezzo facevo salire l’animale mettendolo al riparo. Solo dopo avere effettuato tali manovre chiamavo  in aiuto la ASL 8, più precisamente la sezione veterinaria reperibile, la quale inviava sul posto un tecnico con un mezzo adeguato  al trasporto di animali. Dopo aver  prelevato l’animale lo stesso  veniva trasportato  presso il canile comunale di Arezzo per le cure e per  gli accertamenti necessari a ritrovare il proprietario.

UNA VERGOGNA CHE CONTINUA: LE GUARDIE ECOZOOFILE ANPANA VIGILANO
In questi ultimi giorni sono notevolmente intensificati i controlli delle Guardie Ecozoofile dell'Anpana Lucca sia nella periferia cittadina che nei Comuni limitrofi. Proprio per questo, infatti, grazie anche alla collaborazione di cittadini che spesso ci contattano per segnalarci discariche e irregolarità di conferimento, è stata individuata una grossa discarica di eternit nel territorio di Altopascio e discariche presso alcuni cassonetti di rifiuti in periferia nonchè rilevate sanzioni a cittadini di Capannori che avevano conferito i rifiuti nel territorio comunale di Lucca. Come riferito sopra, la discarica di eternit è stata segnalata lungo la via sterrata che da Porcari conduce a Badia Pozzeveri, nel Comune di Altopascio. Una cosa vergognosa - afferma l'Ispettore Bertocchini dell'Anpana - altre volte trovavamo cataste di alcuni lastroni di eternit ma mai erano stati individuate una quarantina di lastre scaricate in questo modo nemmeno sul lato della carreggiata ma, senza scrupoli, su buona parte della strada con il rischio di provocare anche problemi a chi passa da quella via. Anche nella periferia lucchese - e più precisamente nel quartiere di S.Vito - sacchi di rifiuti, divani, lastre di eternit, ecc. sono stati accatastati - sicuramente di notte - vicino ad alcuni cassonetti di Via Mons. Bartoletti, Via delle Cornacchie e presso il Cimitero. Proprio in questo piazzale le guardie ecozoofile Anpana hanno individuato, nel fine settimana, sacchi muniti di microchip, marchiati Ascit, provenienti dal territorio di Capannori. Il Presidente Anpana Lucca Claudio Borelli ha fatto presente che non è la prima volta che vengono trovati questi sacchi ricordando che la sanzione per i cittadini di fuori comune che conferiscono i rifuti su Lucca è attualmente di €. 600,00. Sono in corso le indagine per risalire ai trasgressori che hanno gettato i sacchi. La Comandante Provinciale Anpana Lucca, Laura Galleni, ricorda che nel periodo estivo saranno intensificati i controlli, anche in borghese, sia di tutela ambientale che contro il malgoverno e i maltrattamenti animali.
1°iniziativa Anpana Lucca "salviamo l'agnellino "

 

1°iniziativa Anpana Lucca "salviamo l'agnellino " in memoria di Fiocco agnellino soccorso e recentemente deceduto . La sua anche se breve conoscenza ha rafforzato la convinzione che bisogna fare qualcosa per sensibilizzare la popolazione informandola dell'assurda mattanza di agnellini a Pasqua . L'Anpana Lucca chiede a TUTTI di non mangiare l'agnello a Pasqua anche perché dovrebbe essere una ricorrenza di pace e amore. L'iniziativa sarà resa concreta dall'ACQUISTO di uno o più agnellini salvati dal macello, l'acquisto sarà fatto con i FONDI raccolti da TUTTI voi durante lo stand del sabato mercato Bachettoni o tramite bonifico bancario intestato a: A.N.P.A.N.A lucca iban IT 12K 05034 13703 000000 382773 banco popolare borgo giannotti
Tutti quelli che doneranno potranno lasciare un indirizzo email dove gli invieremo le foto e notizie dell' agnellino salvato. La donazione è libera cerchiamo di essere tanti. Ciao piccolo agnellino Fiocco ci manchi! Com.Prov. Anpana Lucca Galleni Laura.

 
ANPANA LUCCA AL SALONE DEL VOLONTARIATO 2013
 
 
Per il terzo anno consecutivo la Sezione Territoriale Provinciale Anpana di Lucca ha
preso parte al Salone del Volontariato "Villaggio Solidale" che, a partire da questa
edizione, si è svolto presso il Real Collegio di Lucca e, per quanto riguarda la
Protezione Civile, presso Piazza Napoleone sempre nella cittadina toscana, dall'11 al 14
aprile 2013. I volontari Anpana Lucca hanno presidiato per i quattro giorni la struttura
allestita e svolto servizi notturni di vigilanza al campo impiegando 31 unità. L'evento,
che ha visto la partecipazione di oltre 150 associazioni italiane di volontariato di
ogni settore, è stato promosso dal Centro Nazionale del Volontariato in collaborazione
con Comune e Provincia di Lucca e con il patrocinio del Ministero del Lavoro e delle
Politiche Sociali. Nella seconda giornata ha partecipato al Festival anche il Capo
Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli che ha visitato le strutture e la
logistica montati dai volontari di protezione civile in Piazza Napoleone (l'Anpana Lucca
era presente con il proprio Posto Medico Avanzato Veterinario) ed ha presenziato ad un
convegno sulle problematiche di protezione civile che si è svolto nella Sala Ademollo
della Provincia di Lucca stracolma di volontari e autorità delle varie associazioni
nazionali di protezione civile. Gabrielli ha evidenziato 2 problemi legati alla
protezione civile: il primo che solo una parte di Comuni dispongono di Piani di PC;
l'altro che diversi Comuni, anche se in possesso di Piani, non li conoscono nè li
diffondono alla cittadinanza. Il Capo Dipartimento ha inoltre affermato che il problema
della messa in sicurezza del territorio non spetta alla protezione civile ma allo Stato
e che, se questo continuerà a non occuparsene, "sarà un dramma e il Paese si
sgretolerà". Concludendo Garbrielli ha elogiato i volontari dichiarando quanto siano
importanti per il Sistema di Protezione Civile Italiano.
 

Per il secondo anno consecutivo si è svolto, lo scorso marzo, il Raduno Regionale dei
Volontari Anpana della Toscana. Dopo Lucca, nel 2012, nel corrente mese Firenze ha
accolto il 2° Raduno Regionale Anpana Toscana. La manifestazione si è svolta  presso
l'Atletica Castello di Firenze ed è stata possibile grazie alla collaborazione
dell'Anpana Firenze. Vi hanno preso parte una trentina di volontari (Guardie, Operatori
di Protezione Civile, Soci Ordinari) provenienti da Lucca, Pisa, Siena, Arezzo, Pistoia,
Livorno e naturalmente Firenze che, nel corso della mattinata, hanno seguito gli
interventi dei diversi relatori che hanno discusso delle problematiche relativa agli
animali e alle normative vigenti in Toscana. Dopo i saluti dell'Ispettore Regionale
Angelo Bertocchini e della Presidente Anpana Firenze Claudia Barsi, hanno preso la
parola Enrico Loretti, Responsabile U.F. Igiene Urbana ASL Firenze, Federico Gianassi,
Presidente del Quartiere 5 di Firenze, Omero Terrinazzi, Vice PResdiente del Quartiere 1
di Firenze, Andrea Bencini, Presidente Commissione Sport del Quartiere 5 di Firenze e
Mauro Romanelli, Consigliere Regionale della Toscana. Durante la mattinata, negli
accoglienti giardini dell'Atletica Castello, l'Anpana Firenze ha offerto un coffee-Break
accompagnato da torta con il logo Anpana. A tutti i partecipanti al Raduno è stato
donato, in ricordo della giornata, un fermacarte in vetro. La mattinata si è conclusa
con l'ottimo pranzo presso la struttura sportiva.

..

ANPANA INDIVIDUA ETERNIT ABBANDONATO E OLII ESAUSTI SVERSATI.

 

 

Continua il ritrovamento di piccole o grandi discariche di materiali pericolosi da parte delle Guardie Ecozoofile

dell’Anpana di Lucca. Nei giorni scorsi, durante un normale

servizio di controllo sulla corretta esposizione dei rifiuti, una pattuglia Anpana ha individuato a Nave, nei pressi

del Cimitero,accatastati vicino ai bidoni dei rifiuti, una grosso sacco nero colmo di eternit sminuzzato,

una batteria auto e  2 bidoni da vernice colmi di olii esausti che si stavano sversando copiosamente sulla

carreggiata stradale. “Proprio non riusciamo a comprendere l’inciviltà di alcune persone e il mancato rispetto

per l’ambiente – afferma la Guardia Laura Traina di Anpana Lucca. Basterebbe poco per regolarizzare il corretto

smaltimento dei rifiuti pericolosi: spesso, inoltre, ci sono anche incentivi e agevolazioni, ad esempio, per svolgere

le operazioni di smaltimento con sicurezza e nel pieno rispetto della legge”. Purtroppo non è stato possibile risalire

al responsabile del reato ma sono state immediatamente avvisate le autorità competenti affinché i materiali

pericolosi ritrovati siano tolti con sollecitudine e sia adeguatamente trattato il manto stradale reso scivoloso dagli

olii esausti sversati.

IL NUCLEO CINOFILO ANTIVELENO ANPANA DI LUCCA EFFETTUA BONIFICA CAMPO BALILLA A SEGUITO DECESSO 4 CANI PER AVVELENAMENTO.

 

 

Ha avuto luogo in questi giorni, presso il Campo Balilla di Lucca, un primosopralluogo del Nucleo Cinofilo Antiveleno (NCAA)delle Guardie Ecozoofiledell'Anpana di Lucca per individuare eventuali esche avvelenate a
seguito decesso di n. 4 cani nei giorni scorsi. Gli animali deceduti,infatti, erano stati portati dai loro padroni proprio presso il Campo alilla per la consueta passeggiata pomeridiana ma, poco dopo, avevano mostrato evidenti sintomi di avvelenamento. I veterinari che li hanno avuti in cura, però, malgrado il sollecito intervento, non erano riusciti a salvarli. Sempre secondo i veterinari si tratterebbe di avvelenamento sicuramente non da topicida. Vista la richiesta pervenuta di intervento e il pericolo di altri decessi, le Guardie Ecozoofile Anpana di Lucca hanno
ritenuto, avvertita la Questura e il Comando Provinciale Carabinieri di Lucca, anche in condizioni meteo non buone, di intervenire rapidamente per effettuare un sopralluogo delle zone eventualmente contaminate e procedere
contestualmente con una bonifica.La conduttrice Vittoriana Fruzzetti, con il beagle Royal Cascade, supportata dall'Agente Francesca Cherchi e dal Coamdante Regionale Anpana Toscana Igor Marcheschi, hanno pertanto
monitorato il perimetro indicato senza comunque individuare, fortunatamente e per il momento, alcuna esca avvelenata o materiale ritenuto interessante per le indagini. nei prossimi giorni, comunque,pattuglie in borghese delle Guardie Ecozoofile Anpana di Lucca,vigileranno sulla zona con animali addestrati del loro Nucleo Cinofilo
Antiveleno. Il Comandante Provinciale Anpana Lucca Laura Galleni, informa la cittadinanza che, in caso di ritrovamento di materiale ritenuto "strano" nella zona di Campo Balilla, è necessario contattare
immediatamente l'Anpana al n. 338/5476664, alla e-mail segnalazioni.lucca@anpana.toscana.it oppure avvisare immediatamente le Forze dell'Ordine.

L'ANPANA LUCCA E GLI INTERVENTI DEI VOLONTARI NELL'EMERGENZA NEVE DI FEBBRAIO 2013

 

 

Anche tutta la lucchesia, come buona parte dell’Italia, lo scorso 11
febbraio è stata colpita da un’intensa nevicata con accumuli di neve molto
elevati sino al fondovalle. I volontari Anpana Lucca, su richiesta del
Comitato Provinciale del Volontariato di Protezione Civile del Comune di
Lucca e del Coordinamento Provinciale del Volontariato della Protezione
Civile della Provincia di Lucca, sono stati immediatamente attivati per
interventi vari. Mentre alcuni sono stati assegnati alla Pia Casa di Lucca
per assistenza notturna ai senzatetto, viste le basse temperature della
nottata (il Comune aveva messo a loro disposizione letti e bevande calde),
altri operatori, nei giorni successivi l’evento nevoso, sono stati inviati
a Pescaglia (Lu) per la spalatura della neve che ancora copriva buona
parte del territorio del paese. I volontari attivati per Pescaglia (Dina
Giusti, Rossano Fava e Vittoriana Fruzzetti) hanno operato nella giornata
del 13/02/2013 spalando neve nei pressi della locale scuola, nel
posteggio, nelle scalinate del paese benché, in molti punti, il manto
nevoso fosse divenuto oramai ghiaccio con tutte le difficoltà per
l’asportazione. L’assistenza ai senzatetto, invece, è stata prestata dal
Presidente Anpana Lucca Claudio Borelli e da Rossano Fava.

CONTROLLO ANIMALI AL CIRCO ROYAL.BLITZ DELLE GUARDIE ECOZOOFILE ANPANA LUCCA

 

Continuano giornalmente i controlli sugli animali e sull'ambiente delle
Guardie Ecozoofile dell'Anpana Lucca in tutta la provincia e, come
accade oramai da due anni, vengono effettuati sopralluoghi ai circhi che
si attendano nelle nostre zone. Questo - afferma la Comandante Provinciale
Laura Galleni - al fine di verificare le condizioni di corretta detenzione
degli animali all'interno delle strutture circensi. Anche noi come
Anpana crediamo che gli animali sia corretto lasciarli nel loro habitat
naturali ma, se non possibile - continua la Comandante - è necessario
verificare che vivano in modo consono il più possibile alla loro etologia.
Per questo, domenica scorsa, una pattuglia di Guardie Ecozoofile
dell'Anpana Lucca, di prima mattina, ha effettuato un controllo al
Circo Royal attendato ad Altopascio in Via dell'Industria.
Fortunatamente anche in questo caso gli animali detenuti presso il circo
sono stati trovati tutto sommato in buone condizioni: benchè di primo
mattino gli inservienti erano già al lavoro per la pulizia delle stalle e
i cavalli sono stati trovati coperti con mantelle per ripararli dal
freddo. La giraffa si trovava in ottime condizioni, riparata nel proprio
furgone e solo in tarda mattinata sarebbe stata messa all'esterno.
Anche i recinti sono stati controllati e misurati non riscontrando alcuna
anomalia. Oltre alla parte animale sono stati effettuati controlli sulle
concimaie, trovate nella norma, e sui registri di detenzione animali e
Cites. Oltre a giraffa e cavalli, nel circo erano presenti buoi muschiati,
leoni e zebre (nati in cattività), struzzi.

ANPANA LUCCA E VIGILI DEL FUOCO SALVANO UN AGNELLINO DA UNA BRUTTA FINE

  

 

Nella tarda serata di giovedí scorso il Comando Guardie Ecozoofile Anpana di Lucca è stato contattato dai Vigili Urbani di Altopascio per recuperare un agnellino di pochi mesi rimasto intrappolato nel Padule di Bientina in un terreno circondato da acqua nei pressi della Provinciale Bientinese. La pattuglia dei Vigili Urbani, mentre stava effettuando un pattugliamento a seguito di un furto ad Altopascio, aveva infatti notato l'agnellino, spaesato ed impaurito, tra i canneti del Padule. Sul posto si è pertanto recata la pattuglia di Guardie Ecozoofile di Anpana Lucca che, malgrado il buio e i numerosi canneti, ha individuato l'agnellino che belava in continuazione quasi a chiedere aiuto. Sono stati fatti diversi tentativi per recuperare l'animale ma, vista la difficoltà a raggiungerlo, le Guardie hanno contattato un volontario del Nucleo di Protezione Civile dell'Anpana, Fabio Pioli, specializzato in tecniche di recupero di animali e, allo stesso tempo, i VV.F. di Lucca per intervenire conguntamente. Grazie al Pioli, che è riuscito a spingere l'agnellino sulla strada, e ai VV.F. di Lucca che sono riusciti a bloccarlo, l'animale è stato catturato. Anche se bagnato, impaurito e tremante il piccolo si è dimostrato felice di essere stato salvato: una volta caricato sul mezzo delle Guardie Anpana, infatti, si è subito appisolato, certamente sopraffatto dalla stanchezza. L'ovino, senza alcun segno identificativo della stalla di provenienza, vista la tardissima serata, è stato consegnato ad un volontario dell'Anpana. In questo periodo sono diversi i cittadini che si improvvisano allevatori anche di un solo agnellino vista l'approssimarsi della Pasqua. 
Il Direttivo Anpana Lucca coglie l'occasione per ringraziare pubblicamente i Vigili del Fuoco di Lucca per la collaborazione.
Anpana Lucca, nominate 11 nuove guardie ecozoofile.

 

 

Ha avuto luogo nella prefettura di Lucca il giuramento di 11 nuove guardie ecozoofile dell'Anpana - Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente - Sezione di Lucca. Le nuove guardie hanno giurato davanti al vice prefetto Maria Gabriella Folino e, adesso, si aggiungono alle altre 15 guardie Anpana che, dal 2007, prestano servizio gratuito in tutta la provincia di Lucca, contro il malgoverno e il maltrattamento degli animali e la salvaguardia dell'ambiente. In questi anni - le guardie ricoprono il ruolo di pubblici ufficiali con funzioni di polizia giudiziaria - centinaia sono stati i controlli effettuati nei settori di competenza e decine le sanzioni rilevate. Alcuni anche i sequestri di cani congiuntamente con le altre forze di polizia e diverse le notizie di reato depositate in Procura. In questo ultimo anno, inoltre, sono stati effettuati blitz congiunti con l'Arma dei Carabinieri, ad un circo e ad un canile. Nel recente terremoto in Emilia, infine, una decina di guardie ecozoofile dell'Anpana Lucca, hanno prestato servizio presso il Campo Base della Regione Toscana a S.Possidonio (Mo). Al termine del giuramento la dottoressa Maria Gabriella Folino ha augurato un buon operato a tutti i nuovi agenti ecozoofili. Anche la comandante provinciale delle Guardie Anpana Lucca, Laura Galleni, ha ricordato il delicato ruolo che si apprestano a ricoprire per la difesa degli animali e dell'ambiente. Quesi i nomi delle nuove guardie: Casci Giose, Cherchi Francesca, Chiozzi Franco, Fruzzetti Vittoriana, Giambastiani Marta, Matteucci Giuliano, Minghetti Matteo, Pantani Maurizio, Piegaia Agnese, Traina Laura, Zacco Franca. Nella stessa giornata del giuramento anche tre guardie ecozoofile provenienti da altra Associazione, sono passate in Anpana.

Quartiere 5: multe per chi non tiene puliti i giardini pubblici

 

Il quartiere 5 ha stabilito una convenzione con Anpana onlus che, grazie alla presenza di volontari nei giardini pubblici, garantirà la pulizia e la sicurezza degli spazi verdi della zona.

NEL QUARTIERE 5. Grazie al progetto attivato con Anpana (associazione nazionale protezione animali, natura e ambiente) i giardini del quartiere saranno controllati, sorvegliati e ispezionati da volontari. Gli operatori saranno riconoscibili da delle pettorine e sono autorizzati da disposizioni nazionali e amministrative a sanzionare eventuali violazioni delle leggi e dei regolamenti comunali. Soprattutto per quanto riguarda i proprietari di animali che non ne puliscono gli escrementi.

ANPANA ONLUS. L’associazione è stata costituita a Firenze nel marzo scorso. È senza fini di lucro e il suo scopo è quello di provvedere alla protezione dell’ecosistema con particolare riguardo agli animali e alla natura; di svolgere efficace informazione e formazione animalista e ambientalista; di svolgere attività di protezione civile. I volontari sono provvisti di un’adeguata preparazione al riguardo e sono provvisti di attestato di primo soccorso per persone ed animali.

LE GUARDIE ECOZOOFILE DI ANPANA LUCCA TROVANO DUE CANI MALTRATTATI

 

Da una settimana pervenivano segnalazioni al Comando Provinciale dell'Anpana Lucca per due cani tenuti in presunte condizioni di maltrattamento da una famiglia abitante nella campagna lucchese a pochi chilometri dal capoluogo. Il Comandante Provinciale Anpana Lucca Laura Galleni ha ritenuto quindi necessario inviare sul posto una squadra di guardie per valutare se, effettivamente, le segnalazioni pervenute corrispondessero a verità: purtroppo era tutto vero! Immediatamente, per questo, visto che esistevano le condizioni per il sequestro degli animali, è stato contattato il Comandante della Polizia Provinciale di Lucca, Marco Martini, per gli adempimenti necessari. Una pattuglia della Polizia Provinciale di Lucca si è così recata sul posto assieme alle Guardie Ecozoofile dell'Anpana Lucca e a personale della Procura della Repubblica per procedere con il sequestro. Gli animali sono stati trovati, come già indicato, in condizioni di salute pessime, confermate anche da un veterinario dell'Asl 2 che è stato chiamato sul posto, e in stato di malnutrizione. Vista la situazione che si sono trovati davanti e visto che gli animali si trovavano senza cibo ne acqua sono stati immediatamente rifocillati ed è stato chiamato il Canile di Lucca per toglierli da questa situazione disumana. Fortunatamente in lucchesia non si verificano spesso situazioni di maltrattamento su animali ma, purtroppo, accadono anche da noi e questo ne è una dimostrazione. Il Comandante Provinciale Anpana Lucca desidera ringraziare pubblicamente la Polizia Provinciale di Lucca e la Procura della Repubblica per la tempestività dell'intervento e per la collaborazione data.

GROSSO SUCCESSO DELLA PRIMA EDIZIONE DELLO "SHOW-DOGS ANPANA 2012".

   

   

 

Si é svolta a Lucca, sul parco fluviale, domenica 29 luglio, la prima edizione dello "SHOW DOGS ANPANA 2012". La manifestazione è stata, appunto, realizzata dall'Anpana (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente)- Sezione Territoriale Provinciale di Lucca, voluta fortemente dalla Comandante Provinciale Anpana Lucca Laura Galleni e con la collaborazione delle Ditte Giusti Agraria e Miei Pelosi distributrice, quest'ultima, dei prodotti Trainer. Si è trattato di un pomeriggio - afferma la Comandante Galleni - trascorso serenamente con i nostri amici quattrozampe nel verde del Parco Fluviale. La gara, di carattere puramente amatoriale, ha visto la partecipazione di una quarantina di binomi (cani/proprietari) con cani di svariate razze e meticci, di ogni età e grandezza, provenienti dalla lucchesia e da vacanzieri che si trovavano nella nostra città. Per i giudici (Borelli e Fruzzetti) non è stato facile redigere le graduatorie in quanto diversi erano i cani molto belli. Sono stati assegnati premi al cane più anziano, più giovane, miglior meticcio, miglior cane di razza di taglia piccola, media, grande e altro. Al termine della gara è stato assegnato anche il titolo The Best in Show per il miglior cane assoluto tra i primi arrivati nelle varie categorie. Tutti i partecipanti alla manifestazione hanno ricevuto un pacco gara con prodotti Trainer.L'Ispettore Regionale Anpana Toscana Angelo Bertocchini si augura che anche questa manifestazione, come altre organizzate dall'Anpana Lucca (dalla Giornata del Microchip alla Zamp-eggiata lungo il Serchio, dalla Benedizione degli Animali al Corso di Primo Soccorso per Cani e Gatti, ecc.) diventi una ricorrenza fissa anche nei prossimi anni. Bertocchini coglie l'occasione per informare che il 16 settembre 2012 si svolgerà, sempre lungo il Parco Fluviale, la Seconda Edizione della "Zamp-eggiata sul Serchio: passeggiata lungo il fiume Serchio con il tuo amico quattrozampe".

IL NUCLEO CINOFILO ANTIVELENO DELL'ANPANA LUCCA ALLA RICERCA DI ESCHE AVVELENATE.

   

     

 

 

 L'Anpana Lucca ha recentemente formato un Nucleo Cinofilo Antiveleno, si tratta del secondo in Italia, per la ricerca di esche avvelenate. I cani, oltre ad individuare le eventuali esche, possono essere utilizzati per effettuare bonifica di zone a rischio. Nei giorni scorsi, infatti, proprio per svolgere una bonifica, gli operatori sono stati contattati dall'Associazione "Arca della Valle" di Barga (Lu), per effettuare una bonifica di una via e di aree verdi dove, nei giorni precedenti, erano stati avvelenati sei cani (4 deceduti e 2 in pericolo di vita). L'intervento è stato comunicato alla locale stazione dei Carabinieri. Sul posto si sono recati la Comandante Provinciale Anpana Lucca Laura Galleni, con il labrador Susy, e l'Allieva Guardia Vittoriana Fruzzetti con il beagle Roy. La prima verifica è stata effettuata dal beagle che ha segnalato 2 punti nelle aree verdi. I cani - dice Galleni - sono addestrati alla ricerca di un odore specifico e alla segnalazione passiva, da seduto, del target individuato. Il cane ha segnalato per due volte gli stessi posti, anche se non ha individuato esche. La seconda ricerca è stata fatta dal labrador che ha segnalato le medesime postazioni. La Comandante è certa che in quei posti ci fossero delle esche avvelenate. Una ulteriore conferma proviene dalla proprietaria di uno dei cani deceduti che, solo al termine della bonifica, ha indicato il luogo dove il suo povero cucciolo aveva mangiato qualcosa: coincideva, infatti, con uno dei luoghi segnalati dai cani.

L'ANPANA LUCCA RECUPERA UN FURETTO. QUALCUNO LO RICONOSCE?

 

Dopo un periodo particolarmente attivo nel quale le Guardie Ecozoofile Anpana Lucca, oltre ai consueti controlli su malgoverno e maltrattamenti, sono state chiamate a recuperare piccoli rapaci caduti dai nidi, questa volta la richiesta è pervenuta per soccorrere un furetto nascosto in un tombino. La telefonata è giunta alla pattuglia che si trovava in giro per monitoraggio del territorio, da Capannori nei pressi della locale Caserma dei Carabinieri. Giunti sul posto gli Agenti Ecozoofili hanno individuato un piccolo di furetto, di circa 4-5 mesi, che si era rifugiato in un tombino e che, malgrado i tentativi di alcuni abitanti, non veniva fuori. Fortunatamente, però, la Comandante Laura Galleni, dopo un primo tentativo fallito, è riuscita a catturare il piccolo. Si tratta, come detto sopra, di un furetto di tenera età, addomesticato, di colore marrone chiaro e senza microchip. Certamente - afferma l'Ispettore Regionale Anpana Toscana Angelo Bertocchini - il piccolo è fuggito dalla propria abitazione perchè si lascia facilmente avvicinare e carrezzare rivelando un marcato carattere domestico. Chi lo avesse pertanto smarrito è pregato contattare il n. 338/5476664 oppure 338/1604867.

CONTINUA L'OPERATO DI TUTELA AMBIENTALE DELLE GUARDIE ECOZOOFILE DELL'ANPANA LUCCA NELLE ZONE DI CONFINE

   

 

"Una vergogna" - sono queste le prime parole che riferisce la Comandante Provinciale delle Guardie Ecozoofile Anpana di Lucca, Laura Galleni, dopo il ritrovamento di decine di sacchi di immondizia varia accatastati fuori dai cassonetti rifiuti lungo la strada Pesciatina in loc. Picciorana prima del confine con il Comune di Capannori. Da un'indagine effettuata è risultato che la maggior parte dei rifiuti provengono da 7 Aziende e attività di Lunata, Capannori e Gragnano e, naturalmente, saranno sanzionate secondo quanto disposto da un'Ordinanza Sindacale del Comune di Lucca per un importo di €.300,00 cadauna. Sentendo alcuni abitanti della zona ci è stato riferito che a questi cassonetti c'è un continuo via vai di auto provenienti dal capannorese i cui conducenti, visto lo spazio disponibile, neppure scendono dalla vettura ma gettano direttamente fuori dal finestrino i sacchi. Inoltre anche i cassonetti - raccogliendo sacchi da fuori Comune - sono sempre colmi e costringono gli abitanti della zona a fare centinaia di metri per confluire correttamente i propri rifiuti nei primi cassonetti liberi disponibili. Il Presidente Anpana Lucca Claudio Borelli non si capacita come possano continuare a conferire rifiuti su Lucca da altri Comuni che hanno una funzionante raccolta differenziata. A questo punto si tratta solo di cattiva educazione e rispetto dell'ambiente e della natura.
Le Guardie Ecozoofile dell'Anpana ricordano, inoltre, che da questo mese di giugno sono intensificati i controlli nel territorio comunale sulla corretta esposizione dei rifiuti (anche in borghese) e sulla lotta al randagismo. Sino ad ora, comunque, per quanto concerne gli animali, non sembra si sia registrato un aumento di abbandoni estivi mentre sono notevolmente aummentate le richieste di sopralluoghi per presunte condizioni di malgoverno o maltrattamento di cani e/o gatti. In aumento anche i controlli di pre-affidi di animali provenienti da tutta Italia. La Comandante Provinciale Galleni ricorda altresì che, presso gli Ex Locali della Circoscrizione n.6 a S.Alessio, Via Provinciale per S.Alessio n. 2145, è aperto tutti i sabati mattina, dalle ore 10,00 alle ore 12,00, lo Sportello "Quattrozampe" dell'Anpana Lucca per raccogliere segnalazioni e dare consigli sulla tutela ambientale e animale. Per informazioni potete contattare il n. 338/5476664 e/o inviare e-mail a
lucca@anpana.toscana.it oppure segnalazioni.lucca@anpana.toscana.it.

ANPANA LUCCA E ANPANA TORINO AL CAMPO BASE DELLA REGIONE TOSCANA.

   

 

 

E' rientrata ai rispettivi comandi la squadra di Guardie Ecozoofile che, dal 7 al 10 giugno scorsi, ha effettuato servizio di vigilanza presso il Campo Base della Regione Toscana a San Possidonio (Mo)nell'ambito delle operazioni di emergenza a seguito del sisma che ha colpito l'Emilia lo scorso maggio. Le Gez Claudio Borelli e Rossano Fava (Anpana Lucca) e Gianpaolo Villata e Diego Mola (Anpana Torino) sono state contattate dalla protezione civile della Regione Toscana, grazie all'interessamento del Referente Nazionale Protezione Civile Anpana Angelo Bertocchini, per svolgere, in alternanza con Associazione Nazionale Carabinieri, Associazione Nazionale Fiamme Gialle e Associazione Nazionale Polizia di Stato, turni di vigilanza all'ingresso del campo base sopra citato. Sempre durante il servizio le Gez hanno monitorato gli ingressi della mensa ed effettuato controlli della tendopoli durante la notte. Si è trattato - afferma il Comandante Anpana Torino Gianpaolo Villata - di una bella esperienza, anche se faticosa ma sicuramente da ripetere. Il Presidente Anpana Lucca Claudio Borelli - anche lui soddisfattissimo dell'esperienza - rileva come sia particolare e delicata la vigilanza di un campo come quello della Toscana perchè composto per il 90% da cittadini non italiani, con lingue diverse e abitudini diverse. Attualmente, infatti, nel campo di San Possidonio, si trovano etnie pakistane, tunisine, marocchine, senegalesi, cinesi e indiane. Bertocchini ha già comunicato che, sentita la Regione Toscana, sicuramente, nel prossimo mese di luglio, potranno essere necessari ulteriori turni di servizio delle guardie. Ricorda, inoltre, che già squadre di altre Sezioni Anpana sono impegnate per supporto alla popolazione dai giorni immediatamente successivi al sisma.

Gli animali negli habitat urbani

NUCLEO ECOZOOFILO ANPANA LUCCA IN EMILIA PER ORGANIZZARE RACCOLTA CIBO ANIMALI

     

   

 

Lo scorso 27 maggio una delegazione del Nucleo Ecozoofilo di Protezione Civile dell'Anpana Lucca si è recata in Emilia, nel cratere del sisma, per organizzare l'eventuale raccolta di cibo e materiale veterinario per gli animali presso le tendopoli, per i canili della zona e per l'assistenza di quelli rimasti nelle zone rosse (naturalmente in questo ultimo caso solo con supporto dei VVF). La situazione, in quei giorni, non era particolarmente grave per quanto riguarda gli animali ma, a seguito del sisma successivo del 29/5, tutto si è complicato: i canili hanno subìto danni, in altri ricoveri stanno affluendo diversi animali con relativa carenza di cibo, al tempo stesso aumentano i cani e gatti delle zone rosse e quelli nelle tendopoli. Per questo, si è reso necessario, oltre all'aiuto volto alla popolazione (alcune squadre dell'Anpana, infatti, sono sul posto dai primi giorni del sisma per assistere i cittadini nelle tendopoli) attivare un ulteriore soccorso e assistenza veterinaria. L'Anpana Lucca, infatti, con il proprio Nucleo Ecozoofilo di Protezione Civile, ha organizzato nei giorni di Lunedì, Mercoledì e Venerdì, presso il proprio "Sportello Quattrozampe", dalle ore 16.00 alle ore 19.00 (fino alla fine di luglio), in Via per S.Alessio n. 2145 a S.Alessio (Lucca), una raccolta di CIBO PER CANI E GATTI (SOPRATTUTTO UMIDO), COLLARI ANTIPARASSITARI, ANTIPARASSITARI IN GENERE, GUANTI IN LATTICE, CIOTOLE, TRASPORTINI, che saranno portati direttamente in Emilia dai volontari dell'Anpana Lucca. Chi lo desidera potrà anche fare un offerta presso la Cassa di Risparmio di Lucca - Agenzia Borgo Giannotti - Causale "EMERGENZA ANIMALI SISMA EMILIA" IBAN IT70E0620013703000000382773.
Su questo sito sarete informati del materiale raccolto e dei luoghi di consegna e distribuzione nonchè degli acquisti fatti con eventuali contributi pervenuti.

SUCCESSO DEL CORSO ANPANA DI PRIMO SOCCORSO E CURA DEL CANE A LUCCA

   

   

 

Si è svolto lo scorso 26 maggio il primo "CORSO DI PRIMO SOCCORSO E CURA DEL CANE" organizzato dalla Sezione Anpana di Lucca.Si è trattato di un ulteriore passo in favore degli animali domestici per la prima volta realizzato in lucchesia. Nel corso, tenuto sapientemente e con professionalità dal Dott. Alessandro Bianchi, Medico Veterinario specialista in malattie dei piccoli animali,sono stati illustrati gli interventi di primo soccorso al fine di scongiurare problemi più seri. Il Dott. Bianchi, con slide interessanti e chiari, ha mostrato come comportarci davanti ad un`emergenza e come muoverci in determinate situazioni per salvare la vita dei nostri amici quattrozampe. Alla giornata hanno preso parte, oltre a volontari Anpana provenienti da Lucca, Pisa, Firenze, anche numerosi cittadini amanti degli animali provenienti da tutta la Toscana. La Comandante Provinciale Laura Galleni - ideatrice del corso - è rimasta certamente soddisfatta dalla presenza elevata dei partecipanti e, soprattutto, dai complimenti ricevuti per l`interessante iniziativa promettendo di impegnarsi per organizzare altre giornate o seminari specifici su cani, gatti e animali in genere. Al termine del Corso sono stati rilasciati attestati di partecipazione ai partecipanti mentre un Gagliardetto dell`Anpana è stato donato dall`Ispettore Regionale Anpana Toscana Angelo Bertocchini al Presidente Piero Mungai della Croce Verde P.A. di Lucca che ha ospitato l`iniziativa. Il prossimo 9 giugno intanto - sempre a Lucca, sempre presso la Croce Verde alle ore 8,45 - si svolgerà il Seminario gratuito per la cittadinanza "GLI ANIMALI NEGLI HABITAT URBANI: tutela ed educazione alla convivenza e al rispetto del patrimonio": saranno illustrati il regolamento convivenza uomo-animali del Comune di Lucca, la L.R. 59/09, le nuove norme del codice della strada sugli investimenti degli animali, le norme per il corretto conferimento dei rifiuti nel Comune di Lucca.

Anche in Provincia di Pisa è attivo un nucleo di Guardie Ecozoofile.

 

 

 

Il 7 maggio, nella cornice del prestigioso Palazzo Medici, sede della Prefettura di Pisa, sono stati concessi i primi sei decreti per guardie eco-zoofile A.N.P.A.N.A. a Elisabetta Baldaccini, Alessandro Cellerini, Francesca Cetera, Oreste Dell'Amico, Antonio Merola, Katiuscia Santoli. Per la prima volta nel territorio provinciale c’è un nucleo così numeroso di guardie volontarie specializzate in materia di tutela animale e ambientale.

Il decreto prefettizio attribuisce alle guardie la funzione di pubblico Ufficiale con qualifica di Polizia Giudiziaria ed amministrativa in materia animale e ambientale. Ciascuna delle guardie, è divenuta tale all’esito del superamento di un esame, sostenuto  dopo la partecipazione ad un corso della durata di quatto mesi. “Questo è un passo importante - afferma Rino Campobassi presidente di A.N.P.A.N.A. Pisa – ma da adesso in poi inizierà un duro lavoro sull’intero territorio in collaborazione con le forze del’ordine: nonostante tanto sia stato fatto sino ad ora la complessità e specificità delle materie, rende indispensabile il supporto di un corpo volontario altamente specializzato quale il nostro ha l’ambizione di essere”.

Ma cos’è una guardia eco-zoofila? E’ una guardia particolare giurata alla quale la legge n. 189 del 2004 attribuisce il potere di effettuare indagini, controlli ed in generale attività di vigilanza sul rispetto della normativa a tutela degli animali e dell’ambiente. In particolare A.N.P.A.N.A. Onlus (www.anapana.it) è associazione che opera sull’intero territorio nazionale ed ha ottenuto riconoscimento dal Ministero della Salute e dell’Ambiente.

La cittadinanza avrà a disposizione un nuovo corpo al quale rivolgere ogni segnalazione in merito a casi di maltrattamenti animali, o ambientali. Sarà sufficiente l‘invio di una segnalazione via e-mail all’indirizzo: pisa@anpana.toscana.it o al numero 380.3662954, e sul posto giungeranno le guardie eco zoofile che avranno il potere di comminare sanzioni amministrativa o, nel caso in cui ciò sia previsto, dare notizia di reato alla Procura della Repubblica.

L’associazione svolge inoltre attività di controllo pre e post affido in materia di animali da affezione.

Agli stessi recapiti, oltre che sul profilo facebook ANPANA PISA si potranno dunque ottenere informazioni riguardo l’attività dell’associazione in tema di campagne di informazione e sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente e degli animali, alle attività congressuali e di protezione civile oltre che alla campagna di tesseramento annuale svolta dall’associazione.

L’A.N.P.A.N.A. Pisa è altresì dotata di un nucleo recupero rettili, in grado di intervenire sull’intero territorio provinciale. Collabora inoltre alla gestione dell’Ufficio Tutela Animali del Comune di San Giuliano Terme ed apre alla collaborazione con tutti i comuni della provincia per la stipula di convenzioni finalizzate al rispetto dei rispettivi regolamenti di tutela animale.

“L’emozione del giuramento e la voglia delle nuove guardie di mettersi all’opera, mi rende orgoglioso e sono sicuro costituisca il miglior viatico per questa nuova avventura: chiediamo il sostegno dell’intera popolazione per aiutarci a mantenere attivo il servizio e rendere più elevato lo standard di tutela animale e ambientale nell’intera provincia” conclude Campobassi.   

NUOVO MEZZO ISTITUZIONALE PER LE GUARDIE ECOZOOFILE ANPANA LUCCA

   

 

Grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, l`Anpana Lucca ha acquistato una piccola autovettura usata in modo da poter svolgere con più celerità i servizi istituzionali richiesti dalla cittadinanza. L`auto, una Opel Agila 1.0, è stata completamente allestita, in questi giorni, con livrea dell`Anpana e lampeggiante e si aggiunge all`altro mezzo istituzionale usato acquistato lo scorso anno. L`aumento di richieste di interventi in campo animale e ambientale - dice l`Ispettore Regionale Anpana Toscana - hanno spinto l`Anpana Lucca ad incrementare il numero di autovetture: è stato infatti necessario acquistare un piccolo mezzo per svolgere servizi e sopralluoghi in città e, al tempo stesso, effettuare più interventi contemporaneamente senza dover utilizzare autovetture private. Anche la piccola Agila, in caso di emergenza, sarà utilizzata, come avviene per il mezzo dello scorso anno, in ambito di protezione civile. L`Ispettore Bertocchini desidera ringraziare pubblicamente i volontari operativi e le guardie ecozoofile dell`Anpana Lucca che, con servizi di sostentamento e raccolta fondi, hanno permesso l`allestimento e, di conseguenza, l`operatività della vettura in breve tempo.

RONDONE RECUPERATO DA ANPANA LUCCA Riduci

 

Nei giorni scorsi, durante una fiera, è stato consegnato da una cittadina alle Allieve Guardia Ecozoofila Anpana Lucca Francesca Cherchi e Vittoriana Fruzzetti, che avevano allestito uno stand di sostentamento, un rondone in apparente stato di incoscienza. È stato contattato l`Ispettore Regionale Bertocchini per valutare cosa fare: immediatamente questi ha preso contatti con la Lipu presso il Lago di Massaciuccoli ed un operatore si è accordato con lui affinchè il rondone fosse portato nella struttura Di recupero nelle prime ore del pomeriggio. Dalle prime visite non sono state rilevate fratture ma solo uno stato debilitativo. Il rondone è stato subito sottoposte alle cure degli operatori Lipu e, sicuramente, già nei prossimi giorni sarà lasciato libero.

Stampa  

BLITZ DI CARABINIERI E ANPANA LUCCA AL CANILE MUNICIPALE DI LUCCA

   

   

   

 

Il Canile Municipale di Lucca ha superato a pieni voti l'ispezione a sorpresa, del 19/4 u.s., effettuata dalla Stazione Carabinieri di S.Concordio (Lucca) in collaborazione con le Guardie Ecozoofile Anpana del Comando di Lucca. Gli agenti (dell'Anpana erano presenti Galleni, Marcheschi, Fava, Dell'Orfanello, Giusti, Borelli), hanno minuziosamente perquisito la struttura dalle ore 15.00 alle ore 19.00 circa prendendo in analisi sia le caratteristiche del canile sia le questioni relative alla gestione. E' stata, pertanto, valutata la corrispondenza sia al regolamento comunale Convivenza Uomo-Animali sia alla legge regionale. Attente le verifiche effettuate sulla parte sanitaria: tutti i cani della struttura sono stati controllati per verificare se erano iscritti all'anagrafe canina e i risultati sono stati incrociati con i registri in entrata e uscita dal canile. Ispezionati anche i magazzini per un controllo sulle scadenze dei mangimi e sono state attuate misurazioni della struttura valutando la regolarità dei box e il rapporto che deve, per legge, esistere tra questi e l'area necessaria per la sgambatura.
La Comandante Provinciale delle Guardie Ecozoofile Anpana Lucca Laura Galleni ha commentato: "In anni in cui la televisione ci ha abituato alla scoperta di canili lager, quello di Lucca è certamente un esempio da seguire a livello nazionale: dal punto della struttura e della gestione degli animali, i risultati dell'ispezione sono stati pienamente soddisfacenti. Non sono infatti emerse problematiche di particolare rilievo e risponde pienamente a quanto indicato nel decreto attuativo della L. 59/2009 della Regione Toscana e nel Regolamento Convivenza Uomo-Animali del Comune di Lucca".

COMPOSIZIONE NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO ANPANA LUCCA Riduci

 

 

Si comunica la composizione del nuovo Consiglio Direttivo ANPANA LUCCA, risultante dalle ultime consultazioni elettorali del 31 marzo 2012, con i voti conseguiti:

PRESIDENTE : Claudio BORELLI (37)
CONSIGLIERI : Angelo BERTOCCHINI (46), Francesca CHERCHI (24), Laura GALLENI (39), Mauro POLLACCHI (22).
Gli altri candidati hanno conseguito i seguenti voti:
Rossano FAVA : 3
Vittoriana FRUZZETTI : 10
Dina GIUSTI : 4
Fabio PIOLI : 1
Marco VERGAMINI : 14
Gli elettori erano n. 71, i votanti sono stati n. 50,le schede bianche sono state n.0 mentre le schede nulle n.4. Voti validi n.46.
Stampa  

LE GEZ ANPANA LUCCA RECUPERANO DUE CANINE ABBANDONATE O SCAPPATE A QUALCUNO. Riduci

Stanno purtroppo aumentando in questo ultimo mese, nella provincia di Lucca, i casi di abbandono di animali contrariamente a quanto avvenuto nel 2011 dove, invece, era stata riscontrata una flessione di questi casi. Ultimo quello avvenuto ieri 25 marzo a Capannori (Lucca) dove qualcuno aveva abbandonato, ma ci auguriamo si tratti di animali fuggiti, due giovani canine all'interno della recinzione dell'Asilo Comunale. Gli animali sono stati notati da una negoziante nelle prime ore della mattinata: la signora ha assicurato che la sera precedente non c'erano (lavora proprio di fronte all'asilo) e neppure nel pomeriggio del sabato. Le canine, infatti, molto impaurite, abbaiavano a chiunque passasse davanti alla scuola e, se fossero state lì già il giorno precedente, si sarebbero fatte sentire. Le Guardie dell'Anpana (Ispettore Angelo Bertocchini, Vice Sovrintendente Claudio Borelli e Guardia Rossano Fava)si trovavano in giro per monitoraggio del territorio e sono state contattate dalla negoziante perchè nessuna delle persone che aveva chiamate si era sino a quel momento recata a recuperare gli animali. Gli agenti Borelli e Fava si sono quindi recati ai VV.UU. e hanno fatto contattare il reperibile del settore scuole con le chiavi; nel frattempo anche Bertocchini aveva fatto tenere in stand-by una bidella con le chiavi nel caso che i colleghi non avessero rintracciato nessuno. Al tempo stesso è stato chiamato il canile municipale di Lucca per il recupero. In poco più di mezz'ora, comunque, sono arrivati sul posto il reperibile del Comune di Capannori con le chiavi e l'operatrice per il recupero. Le canine, ambedue chippate, sono state quindi immediatamente rifocillate e condotte al canile di Lucca. Le Gez Anpana Lucca stanno svolgendo le indagini per risalire al proprietario.

Stampa  

Emergenza randagismo felino – Raccolta cibo 17 marzo 2012

In occasione del banchetto finalizzato alla raccolta del cibo per l’emergenza randagismo presente sul territorio Elbano, tantissimi cittadini si sono dimostrati attenti ed interessati alla donazione.

TUTTI hanno contribuito, con un piccolo gesto, a realizzare questa grandissima azione di volontariato e solidarietà che così riassumiamo: 186 KG di cibo secco, 354 KG di cibo umido e 2 KG di riso soffiato.

Il cibo raccolto è stato destinato alle due persone che accudiscono le più grandi colonie feline dell’Isola ed una parte è stata destinata ai “Ragazzi del canile”.
Un grazie di cuore per l’accoglienza data alla nuova Associazione,

Un grazie di cuore da parte dei responsabili di colonia  che finalmente hanno tirato un sospiro di sollievo!

 

 

CONTROLLO DEI CARABINIERI CON LE GUARDIE ECOZOOFILE ANPANA LUCCA AL CIRCO ORFEI MARTINI.

 

     

   

I carabinieri della Compagnia di Lucca in collaborazione con le Guardie Ecozoofile Anpana Lucca, un veterinario e personale della ASL 2 – Medicina del Lavoro, hanno effettuato un controllo al Circo Orfei-Martini che, dal 9 al 19/3, era stazionato a Lucca. L’operazione, iniziata alle prime luci dell’alba e protrattasi sino alle ore 10.00, ha visto impegnati una decina di militari dell’Arma e 4 guardie ecozoofile dell’Anpana Lucca. Assieme hanno identificato 38 persone e controllato animali: in particolare le guardie ecozoofile Anpana hanno controllato i microchip dei numerosi cani utilizzati negli spettacoli o tenuti personalmente dai circensi. Alcune, invece, le irregolarità nel campo della sicurezza del lavoro dove le autorità competenti hanno rilevato un impianto elettrico non a norma multando il circo di €. 1250,00. Le guardie ecozoofile Anpana, da parte loro, invece, hanno rilevato una sanzione amministrativa di €. 50,00 per una smaltimento letame non consono a quanto indicato nell’ordinanza comunale. Nel complesso comunque – dichiara il Presidente Anpana Lucca Mauro Pollacchi, che ha partecipato al blitz con il vice - sovrintendente Claudio Borelli, l’agente scelto Daniele Franceschi e la guardia Sonia Bitetta – la situazione trovata sulla detenzione animali è stata più che buona. Ricordiamo che, nella notte precedente al controllo, il circo era stato preso di mira da esponenti del Fronte di Liberazione Animali (Alf) che avevano imbrattato alcuni rimorchi con scritte offensive sulla detenzione e utilizzo degli animali nei circhi, danneggiandoli per circa €. 2000,00.

Costituzione Sezione Territoriale Provinciale di Livorno - Isola d’elba

 

Domenica 5 febbraio si è regolarmente costituita, secondo lo statuto Nazionale dell’Associazione e le vigenti normative sulle onlus, la sezione Territoriale Provinciale di Livorno – Isola d’Elba dell’A.N.P.A.N.A, Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente.L’ A.N.P.A.N.A. Onlus, nasce a Roma il 3 aprile 1985 ed è  individuata tra le Associazioni di protezione ambientale con Decreto Ministeriale 11 maggio 200; è iscritta in diversi Albi Regionaliper il volontariato, per la protezione degli animali e per la protezione civile. L’A.N.P.A.N.A svolge attività di tutela degli animali e ambientale principalmente attraverso la formazione e l’impiego delle Guardie Zoofile che nell’esercizio delle loro funzioni, rivestono le qualifiche di Pubblico Ufficiale e di Agente o Ufficiale di Polizia Giudiziaria ai sensi degli artt. 55 e 57 del Codice di Procedura Penale (art. 6 comma 2 della Legge 189/2004). La Sezione Provinciale Territoriale di Livorno-Isola d’Elba, attualmente riconosce al suo interno volontari con diverse qualifiche ed esperienze nel settore animalista, veterinario, ambientale e giuridico, accomunati dalla voglia di operare nella piena conoscenza della normativa vigente per sviluppare azioni utili al territorio in completa armonia con ambiente, animali, uomini ed istituzioni.In questi sei mesi di attività sull’Isola d’Elba, la sezione locale, ha intrapreso un primo percorso per l’acquisizione di informazioni relative al mondo animale ed ha riscontrato una situazione di drammaticità legata al randagismo felino. Questa consapevolezza nasce dopo un accurato lavoro dedicato alla conoscenza di chi si occupa delle colonie feline operando in “sordina”, all’ombra dalle Istituzioni ed in completa autonomia con notevoli sacrifici.Per poter ribaltare questa realtà tragica del randagismo felino riteniamo necessario partire da punti saldi e ben precisi come conoscere realmente la portata del problema. A questo proposito è quindi fondamentale il contributo dei responsabili che accudiscono le colonie per poter giungere ad un censimento della popolazione felina sul territorio elbano.Solo allora potremo trovare delle soluzioni che allievino la sofferenza dei randagi. Il primo passo verso la soluzione, riteniamo debba essere apportato in maniera fattiva e concreta dalle Istituzioni la cui inadempienza ha permesso questo progressivo e costante degrado delle condizioni animali e sociali. Ma ancor più necessario sarà l’intervento di tutti i cittadini che abbiano voglia di occuparsi delle colonie dividendosi le zone, dando così il cambio a chi lo fa tutti i giorni da molti, troppi anni. Riconosciamo nella sterilizzazione dei soggetti femmina, l’unica vera forma di controllo del randagismo felino e riteniamo una sconfitta sociale il dover ricorre a contributi economici svizzeri per dover adempiere ad un compito che a norma della legge 281, spetterebbe ai servizi veterinari delle unità sanitarie locali. Riconosciamo comunque ai Comuni il merito di aver reso trasparente l’operato dell’Associazione Svizzera Tierschutzbund, ponendo fine ad una serie di polemiche legate alla loro presenza sull’Isola ed alle  loro campagne di sterilizzazione avvenute fino ad ora, all’ombra delle istituzioni. Invitiamo le Amministrazioni coinvolte e le Associazioni Animaliste che supportano il progetto di sterilizzazione promosso dalla Tierschutzbund, di comunicare nei tempi e nei modi che ritengono più opportuni, le corrette indicazioni su come tutti i responsabili di colonia possano beneficiare del servizio erogato. Sarebbe auspicabile garantire l’efficacia dell’azione in particolar modo ai soggetti socialmente deboli quali anziani, disoccupati e pensionati.Pur non avendo ancora a disposizione strutture di ricovero la nostra sezione si è  adoperata con interventi di recupero su cani randagi, supportando e tutelando il cittadino spesso ignaro della regolare procedura d’intervento. A livello Nazionale, lo Studio Legale dell’A.N.P.A.N.A ha avviato una procedura investigativa che mira a dare soluzioni immediate e concrete all’assenza del canile municipale, situazione che denota una completa assenza della maggior parte delle Istituzioni, non più tollerata dalla gran parte della cittadinanza.La nostra sezione, si è adoperata attraverso la richiesta di sopralluogo urgente sull’Isola di Montecristo al fine di verificare quello che si sta svolgendo su un’isola praticamente inaccessibile al comune mortale, super vincolata e super tutelata, fragile come un vaso di cristallo dentro una bottega piena di elefanti.Durante l’estate 2011, una volontaria ha trovato ed accolto Gabby, una giovane femmina di gabbiano trovata su una spiaggia di Scaglieri. Il gabbiano non poteva volare a causa di un'ala rotta per cui era impossibilitato a nutrirsi. I mesi passavano ma il gabbiano necessitava di cure specifiche e così è stato portato, grazie ad altri volontari, al CRUMA di Livorno. E' opinione comune ritenere che, un gabbiano che non vola è sacrificato ad una vita "minore", per cui, in molti casi si sceglie la strada dell'eutanasia. L’A.N.P.A.N.A ha voluto dare a Gabby una possibilità e questa possibilità si è trasformata in libertà in quanto è stata rimessa sulla sua spiaggia di Scaglieri dove è monitorata giornalmente da volontari e persone del posto che la stanno aiutando. I suoi simili l'hanno accettata nel gruppo e sembrano rispettare questa sua menomazione facendola mangiare indisturbata. Grazie per tutto questo ai volontari, al CRUMA e a tutti quanti credono che la vita, qualsiasi vita, abbia diritto ad una possibilità.Fedeli ai nostri principi statutari, operiamo per la salvaguardia dell’esistenza di qualsiasi forma di vita sul pianeta.

Obiettivo prioritario per l’anno 2012 è quello di realizzare il Corso di Guardie Ecozoofile e formare un nucleo operativo sull’isola d’Elba.
 
Siamo partiti dal fondo per capire quanto c’è da risalire.
Siamo partiti dal buio per capire quanta luce occorra.
Stiamo imparando ogni giorno che passa a lavorare con la testa, con il cuore e con le mani.

Perché desideriamo  creare  le basi del cambiamento.

 

Gabby in struttura di ric overo                                                  Gabby libera a Scaglieri

A.N.P.A.N.A

Sezione Territoriale Provinciale di Livorno

livorno@anpana.toscana.it

Presidente

Dott.ssa Claudia Lorenzini

Sassuolo dà il via al ciclo di corsi d’aggiornamento per GEZ A.N.P.A.N.A.

 

 

La cittadina emiliana accoglie oltre 170 guardie ecozoofile provenienti dalle sezioni del Nord Italia

 

Ad majora semper, ha augurato il Comandante Nazionale delle Guardie Ecozoofile A.N.P.A.N.A. Giuseppe Laganà a conclusione del suo intervento. Ed è a questo motto che sono ispirati i tre incontri formativi che l’Associazione ha organizzato sul territorio nazionale affinché le Guardie Ecozoofile possano operare sempre con maggior conoscenza e professionalità nell’ambito dei propri compiti d’istituto.

Sassuolo (MO) ha ospitato il primo contingente di Guardie Ecozoofile provenienti dalle sezioni del Nord Italia, in tutto oltre 170 fra agenti, comandanti Provinciali e Regionali, hanno assistito alle relazioni in merito a "tecniche operative di polizia giudiziaria, redazione documenti per le Procure della Repubblica, sequestri penali e amministrativi, redazione verbali di illecito amministrativi, e fonti di prova ai sensi della L. 689/81, le notifiche degli atti, lo sfruttamento e i maltrattamenti perpetrati a danno degli animali nelle frodi comunitarie".

Prestigiosi i nomi dei relatori, dal Comandante Nazionale GEZ A.N.P.A.N.A. Cavalier Giuseppe Laganà al Comandande Provinciale del Nucleo di Parma, Cav. Salvatore Caruso, che hanno focalizzato le rispettive relazioni sulle modalità d’intervento e di redazione dei verbali, ripercorrendo passo a passo le procedure che ogni GEZ deve compiere nello svolgimento dei propri compiti di Polizia Giudiziaria e di Pubblico Ufficiale, per arrivare al Comandante della Polizia Locale di Sassuolo, Dott. Stefano Faso, che ha esplicato le difficoltà operative da parte delle Amministrazioni locali che richiedono sempre più l’interventi di volontari professionalmente preparati, ed ha elencato leggi alla mano, le funzioni di Polizia Giudiziaria di cui le guardie particolari giurate delle associazioni protezionistiche sono investite, fino al prezioso intervento del Capitano Marco Uguzzoni, Comandante del Nucleo Antifrodi dei Carabinieri, con sede a Parma, che ha condiviso con i partecipanti dettagli sull’attività del NAC e sul loro ruolo nella tutela di animali quali gli equini, troppo spesso vittime di malavita organizzata e scommesse clandestine.

Prossime date in agenda, saranno il 25 marzo a Sulmona (AQ) e il 15 aprile a Matera, prima dell’incontro per il Convegno Nazionale di Roma il prossimo maggio.

I saluti e le congratulazioni sono arrivate anche dal Sindaco e dal Vice Sindaco del Comune di Sassuolo, quest’ultimo ha partecipato con interesse e attenzione all’intero corso, a metà pomeriggio è giunto a porgere i sui saluti e apprezzamento per l’opera di volontariato svolta dalla nostra Associazione, anche l’ Onorevole Angelo Alessandri Presidente dell’ ottava Commissione Ambiente della Camera dei Deputati.

Il Presidente Nazionale Francesco Pellecchia ha voluto precisare che oggi l’ANPANA sta lavorando per creare delle Guardie Ecozoofile professionalmente competenti e capaci di affrontare ogni situazione, volontari in grado di dare un valido e professionale contributo e supporto alle forze di Polizia e alle Istituzioni tutte.

La folta presenza di Guardie Ecozoofile a questo corso, ci fa capire che siamo sulla strada giusta, perché le Guardie ANPANA hanno voglia di dimostrare la loro competenza, e su questo elemento lavoreremo sempre più, dimostrando che si può essere volontari preparati, formati e tecnicamente aggiornati.

Inoltre il Presidente Pellecchia ha voluto ringraziare pubblicamente l’ Amministrazione Comunale di Sassuolo che ha ospitato l’evento della nostra Associazione, anche se in concomitanza con un altro evento politico.

 

Modulo Tesseramento A.N.P.A.N.A. 2012

     

Sono in corso le iscrizioni 2012 all'Anpana Lucca. Se sei amante della natura e degli animali una scelta è l'Anpana che da oltre 20 anni combatte i reati contro il malgoverno e maltrattamento animali e per la tutela dell'ambiente.
L'Anpana Lucca che è stata la prima Associazione di Guardie Ecozoofile della Provincia di Lucca, festeggerà quest'anno, i primi 5 anni di attività e collabora con le principali istituzioni provinciali. Dispone di un proprio Nucleo Ecozoofilo di Protezione Civile per assitenza degli animali sulle calamità ed è iscritta al Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. Se vuoi, pertanto, entrare a far parte della nostra Associazione, clicca quì oppure chiama il numero 328/1704327 o 328/1704459

 

Per stampare correttamente il modulo cliccare sul link sopra e nella pagina che si aprirà cliccare con il tasto destro del mouse e poi fare salva immagine con nome.Dopodichè stampare l'immagine appena salvata.

 

SUCCESSO INASPETTATO PER LA BENEDIZIONE DEGLI ANIMALI A LUCCA

 

Sicuramente nessuno si attendeva un afflusso così numeroso di partecipanti in occasione della Benedizione degli Animali, a pochi giorni dalla ricorrenza di S.Antonio Abate, organizzata da Anpana a Lucca, in collaborazione con l'Arcidiocesi, lo scorso 22/01/2012 dopo decenni di assenza. Il rito si è svolto presso la Parrocchia della SS.Annunziata, a pochi chilometri da Lucca, ed ha visto la partecipazione di un'ottantina di persone con i loro amici quattrozampe: numerosissimi erano i cani, ma molti anche i gatti e qualche criceto.La Benedizione è stata impartita da Don Marco Gragnani. Ad ogni partecipante è stato rilasciato un attestato di partecipazione alla cerimonia. Diversi anche i cittadini che hanno chiesto informazioni sulla corretta detenzione di animali alle Guardie Ecozoofile Anpana presenti al rito.

A LUCCA IL PRIMO RADUNO REGIONALE ANPANA TOSCANA

   

Si è svolto a Lucca lo scorso 21/01/2012, presso la Sala Riunioni del Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana) il "I° RADUNO REGIONALE ANPANA TOSCANA" fortemente voluto dall'Ispettore Regionale della Toscana Angelo Bertocchini. Alla manifestazione hanno partecipato Dirigenti Anpana delle Sezioni Territoriali Provinciali di Lucca, Pisa, Pistoia, Arezzo e Livorno nonchè volontari di altre associazioni intenzionati a creare ulteriori Sezioni Anpana in Toscana. Essendo la prima volta - ha affermato Bertocchini - che riunivamo tutte le realtà Anpana della Toscana (unica assente giustificata Siena), è stato deciso di non realizzare alcun corso di aggiornamento all'interno del Raduno ma di fare una presentazione delle varie sezioni e di illustrare e discutere le varie convenzioni in essere e le problematiche riscontrate in ogni sezione. Dopo la lettura dei saluti pervenuti sia dal Presidente Nazionale Francesco Pellecchia che dal Comandante Nazionale Giuseppe Laganà e l'illustrazione delle novità sulle iscrizioni del corrente anno da parte dell'Ispettore Regionale Bertocchini, i Presidenti e/o Commissari Straordinari delle Sezioni Presenti hanno preso la parola: è così emerso che diverse sono le convenzioni in essere con Enti Locali e tanta è la voglia di crescere. Nei prossimi mesi altre convenzioni saranno realizzate e le Sezioni saranno presenti con loro stand a manifestazioni locali e nazionali come, ad esempio, il prossimo Salone Nazionale del Volontariato denominato "Villaggio Solidale" che si svolgerà proprio a Lucca dal 23 al 26 febbraio prossimo. Al Raduno Regionale hanno anche partecipato l'Assessore all'Ambiente del Comune di Lucca Maurizio Dinelli e il Presidente della Circoscrizione n. 6 del Comune di Lucca Claudia Giuntini che hanno elogiato l'attività dell'Anpana.Il Raduno è stato anche rallegrato dalla presenza della piccola Aurora (figlia di nostri volontari) che si è presentata indossando la divisa Anpana di Protezione Civile cucita dalla nonna. Al raduno A tutti i partecipanti è stato consegnata, da parte dell'Ispettore Regionale, una medaglia commemorativa di questo "I° RADUNO REGIONALE ANPANA TOSCANA" che, naturalmente, il prossimo anno, sarà realizzato in un'altra provincia toscana sede di Anpana in modo da essere vicini alle varie realtà locali.

Formazione nucleo cinofilo antiveleno finanziato dal CESVOT

Il NUCLEO CINOFILO ANTIVELENO è un percorso formativo organizzato dall'Anpana Lucca grazie al finanziamento del Cesvot su Bando Formazione. Il corso è rivolto a volontari e nuovi volontari purchè in possesso di un cane socializzato. Le unità cinofile addestrate potranno essere impiegate in attività di bonifica in zone contaminate da esche avvelenate. Il corso si suddivide in lezioni frontali in aula e attività di formazione su campo di addestramento.
Scopo del corso è rendere i corsisti in grado di collaborare con il proprio cane in modo da trasmettergli le competenze necessarie all'individuazione di un odore specifico e alla segnalazione passiva del target individuato. Il Corso è reso possibile grazie alla collaborazione di: Assessorato alla Protezione Civile del Comune di Lucca, A.I.A.R.T. Pisa, Anpana Pisa, Associazione Centro Cinofilo Toscano Grande Lupo Cani da Macerie, Legambiente Toscana, Giusti Agraria di Massimiliano Giusti, Vanità e Cuccioli. La progettazione e la presentazione su bando è stata curata dalla Dott.ssa Maria Cristina Filippi mentre il Coordinamento del progetto è curato da Laura Galleni.Il Corso è gratuito.
Si ricorda che è aperta una segreteria presso la Circoscrizione n. 6 di Lucca, in Via Provinciale per S.Alessio n. 903 il lunedì e mercoledì dalle 17.00 alle 19.00 ed il sabato (escluso il 28/01/2012) dalle 10.00 alle 12.00. Per informazioni contattare il 338/1170611 oppure inviare e-mail al seguente indirizzo:lauragalleni@tiscali.it

 

POIANA AVVELENATA RECUPERATA DALLE GUARDIE ECOZOOFILE ANPANA DI LUCCA

Nei giorni scorsi le Guardie Ecozoofile Anpana Lucca Bertocchini e Dell'Orfanello sono state contattate da un cittadino che aveva ritrovato una poiana accovacciata e "presumibilmente ferita", nei pressi della recinzione del proprio orto a Marlia (Lu). Immediatamente si sono recate sul posto avvisando, nel frattempo, la Vega Soccorso, Associazione che si occupa di recupero animali selvatici e rapaci feriti in provincia di Lucca. Il rapace effettivamente si trovava in uno stato di forte deperimento fisico tanto da non avere neppure la forza di muoversi o aprire le ali o provare a difendersi. Rimanendo sempre in contatto con gli operatori della Vega Soccorso, impegnati in un altro recupero fuori Lucca, la poiana è stata controllata se fosse stata impallinata ma non aveva alcuna ferita. In breve, comunque, è stata consegnata ai volontari specializzati nel recupero di questo genere di animale, portata ad un veterinario e curata subito con flebo visto il forte stato di debilitazione in cui si trovava. Sicuramente, ha detto il veterinario che l'ha presa in cura, si tratta di avvelenamento. Con probabilità, infatti, aveva mangiato un ratto avvelenato. Dovrebbe comunque salvarsi.

A.N.P.A.N.A. PISA CONVENZIONATA CON L’ORTO BOTANICO.

   

Sottoscritta nei primi giorni del 2012 la convenzione tra l’associazione e la prestigiosa struttura scientifica

L’ A.N.P.A.N.A. Onlus, sez. Territoriale Pisa, ha stipulato una convenzione con il prestigioso Orto Botanico della facoltà di Biologia dell’Università degli Studi di Pisa.Si tratta di un accordo di durata quinquennale, con il quale si formalizza un rapporto di stretta collaborazione tra le due istituzioni. I volontari A.N.P.A.N.A., saranno coinvolti nell’organizzazione di attività seminariali organizzate dal’Orto Botanico e si occuperanno inoltre del censimento della fauna presente nella struttura. E’ altresì a disposizione della struttura didattico - scientifica il nucleo di recupero rettili della sezione territoriale pisana.All’interno dei locali dell’Orto Botanico verrà inoltre destinato all’associazione uno spazio espositivo per agevolare la conoscenza sul territorio dell’attività associativa. Tutti i soci, potranno, infine, accedere gratuitamente alla struttura. Referente della convenzione per A.N.P.A.N.A. è Francesca Cetera.“Siamo indubbiamente molto soddisfatti di questa collaborazione - afferma il Presidente Provinciale Campobassi -; è sicuramente un onore, per l’A.N.P.A.N.A., collaborare con un’istituzione di prestigio quale l’Orto Botanico. Il fatto che la scelta sia ricaduta sulla nostra associazione ci inorgoglisce e rappresenta un giusto riconoscimento per il lavoro svolto sinora sul territorio”.E a ben vedere sono più che giustificati i motivi di tanto orgoglio: l’Orto Botanico - oggi gestito dalla facoltà di Biologia dell’Università di Pisa - è per epoca di fondazione, il più antico d’Europa. La varietà di fauna e flora ivi contenute lo rendono un piccolo gioiello naturalistico nella splendida location naturale del centro storico pisano.L’accordo raggiunto è un importante tassello nel processo di crescita e di radicamento sul territorio dell’associazione; anche attraverso tali prestigiose collaborazioni - oltre che ad una capillare attività sul territorio - il prestigio di un’associazione aumenta.

Ambiente: sorprese 10 persone a confluire i rifiuti sul Comune di Lucca Arrivano le multe per infrazioni al conferimento dei rifiuti urbani

 

Sono 14 le persone multate dalle guardie ecozoofile dell’ANPANA  dal primo dicembre ad oggi, per aver conferito in modo anomalo i sacchetti presso i cassonetti situati sul territorio comunale.  

Dieci di queste persone sono residenti nei comuni di Capannoni e Porcari, sorprese a portare i rifiuti nei cassonetti posizionati nel territorio del Comune di Lucca e multati con 300 euro ciascuno; le altre quattro sono cittadini lucchesi che però hanno lasciato il sacchetto dei rifiuti fuori dai Cassonetti nelle zone di S. Pietro a Vico, S. Concordio e Mugnano (in questo caso la multa è stata di 50 euro). Sono stati rilevati inoltre 4 depositi abusivi di eternit ad opera di ignoti. Per questi ultimi è necessario procedere alla rimozione a cura di Sistema Ambiente. I dati dell’attività della collaborazione fra Comune di Lucca e Anpana sono stati resi pubblici questa mattina durante un incontro con il Sindaco Mauro Favilla e l’assessore all’Ambiente Maurizio Dinelli.  

“La salvaguardia dell’ambiente – commenta l’assessore  Maurizio Dinelli – è una priorità per l’amministrazione comunale. Certamente non siamo felici che dei cittadini siano multati per aver contravvenuto alle ordinanze in materia di conferimento e preferiremmo che fosse il senso civico e l’educazione delle persone ad aiutarci a mantenere il territorio pulito, ma non possiamo esimerci da esercitare il necessario controllo”.

Come è noto l’amministrazione comunale ha affidato, mediante un’apposita convenzione approvata dalla giunta, le attività di vigilanza e controllo per la salvaguardia del territorio, educazione e sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente, prevenzione del randagismo e tutela del benessere  e in particolare l’osservanza della disciplina regolante le modalità per il conferimento dei rifiuti urbani, sia all’interno del centro storico che sulla restante parte del territorio comunale, stabilita mediante specifiche ordinanze del sindaco, all’ANPANA (Associazione Nazionale Protezione Animali, Natura, Ambiente).

I controlli continueranno anche nei prossimi mesi, si ricorda infatti, che il Comune di Lucca ha adottato una specifica ordinanza che vieta a cittadini di altri Comuni di conferire i propri rifiuti nel territorio del Comune di Lucca.

L'ANPANA LUCCA E TELEFONO AZZURRO

   

Come ormai avviene da cinque anni, l'Anpana Lucca, anche per questo 2011, ha collaborato con Telefono Azzurro nella manifestazione "Accendi l'Azzurro" per distrubuire le famose candele blu di Telefono Azzurro e raccogliere i fondi necessari per le attività quotidiane a sostegno dell'infanzia e per ricordare quanto l'infanzia abbia bisogno di essere protetta e difesa. L'Anpana Lucca è stata impegnata il 19/11 scorso, con il proprio stand promozionale, a Forte dei Marmi e, grazie alla presenza dei volontari Rossano Fava, Francesca Cherchi, Andrea Biagioni e Angelo Bertocchini, già nella serata del sabato aveva distribuite tutte le candele in loro possesso. Più nel dettaglio i fondi raccolti nelle giornate di sabato 19 e domenica 20 novembre serviranno a sostenere le attività di ascolto e di intervento di Telefono Azzurro Onlus. Dopo questa collaborazione con Telefono Azzurro, Anpana Lucca aiuterà - il prossimo 26/11 - la Fondazione Banco Alimentare Onlus in occasione della "15^ Giornata Nazionale della Colletta Alimentare" al fine di raccogliere cibo per le famiglie più bisognose.

RECUPERATA GROSSA NUTRIA DALLE GUARDIE ECOZOOFILE ANPANA LUCCA

 

  

 

Il Comando delle Guardie Ecozoofile dell'ANPANA Lucca è stato contattato da un cittadino nella tarda mattinata di domenica scorsa per recuperare una grossa nutria morta che galleggiava nel fosso esterno a Porta S.Anna. La carcassa dell'animale, secondo quanto riferito dal cittadino, era già da qualche giorno sull'argine del fosso con diversi turisti che si fermavano a fotografarla viste le grosse dimensioni e l'inusualità dell'incontro e,  solo dal pomeriggio del sabato, era caduta nell'acqua del fossato. Le Guardie Ecozoofile Borelli, Fava e Bertocchini, che si trovavano in zona per esigenze di servizio, si sono pertanto recate sul posto trovando l'animale, oramai in decomposizione, nell'acqua del fossato e recuperandolo. Si trattava di un esemplare di una lunghezza superiore al metro, dalla testa alla coda, e di un peso di circa 7/8  chilogrammi. Sempre più spesso – riferisce la Guardia Ecozoofila Rossano Fava - ci pervengono chiamate da cittadini per recupero di carcasse di animali e sono in aumento le richieste di intervento sulle nutrie. E' un animale che fa parte della famiglia dei roditori ed è arrivato in Italia in conseguenza del commercio da pelliccia e discendono direttamente da animali sfuggiti dagli allevamenti. E' molto simile al castoro ma con la coda di un topo, che vive in simbiosi con l'acqua e, per questo, si trova sempre più spesso in canali, stagni, fiumi e ambienti palustri cibandosi di piante acquatiche e alghe.

 

 

ANPANA LUCCA CUSTODE DI ANIMALI E AMBIENTE

 

E' stata rinnovata nei giorni scorsi la convenzione tra Comune di Lucca e A.N.P.A.N.A. Lucca. La convenzione avrà durata sino al 30 giugno 2012 e riguarderà la vigilanza sul rispetto delle norme che regolano la gestione dei rifiuti e in particolare: l'osservanza della disciplina regolante le modalità per il conferimento dei rifuti urbani, sia all'interno del centro storico che sulla restante parte del territorio comunale, stabilita mediante specifiche ordinanze del Sindaco; lo sviluppo dell'educazione ambientale mediante un'azione di informazione al cittadino; la sensibilizzazione al rispetto del bene comune e sviluppo del senso civico; la prevenzione del randagismo e la tutela del benessere animale. Tali attività, oltre che nel centro storico, verranno svolte nei Parchi Pubblici, spalti e Mura Urbane, Parco Fluviale e comunque in tutte le rimanenti zone del territorio comunale ove se ne presenti la necessità.

(Ufficio Stampa Comune di Lucca)
CANE LEGATO TROVATO IN UN CASSONETTO IMMONDIZIA: IL CUCCIOLO SALVATO DALLE GUARDIE ECOZOOFILE DELL'ANPANA LUCCA

   

Un cucciolo di quattro-cinque mesi è stato salvato da morte certa dalle Guardie Ecozoofile dell'Anpana. Il cagnolino, un meticcio spinone, era stato chiuso in un sacco di carta doppia del tipo che si usa per farinacei, legato con uno spago e poi gettaqto all'interno di un cassonetto in località Torre lungo la Via Provinciale per Camaiore. Alcune persone della zona, dopo aver sentito dei guaiti, hanno avvertito il personale dell'Anpana che immediatamente si è recato sul posto. Il cane, dopo essere stato accudito grazie all'aiuto degli abitanti, è stato condotto dalle Guardie Ecozoofile ad una clinica veterinaria dove è stato curato. Successivamente è stato portato al Canile Municipale di Pontetetto. Nello stesso cassonetto gli uomini dell'Anpana hanno anche trovato un gatto ed un uccello, ambedue morti. Sono in corso indagini per risalire al responsabile dell'abbandono. L'Anpana, inoltre, desidera ringraziare pubblicamente la Clinica Veterinaria di Gregoli e Tomei a S.Macario in Piano per aver assistito e curato gratuitamente il cucciolo.

IL NUCLEO ECOZOOFILO DI PROTEZIONE CIVILE A.N.P.A.N.A. LUCCA IN SOCCORSO AL CANILE DI MULAZZO

    

  

A seguito dell'esperienza conseguita nel sisma dell'Abruzzo dello scorso 2009, il Nucleo Ecozoofilo di Protezione Civile dell'A.N.P.A.N.A. Lucca è stato contattato direttamente dalla Protezione Civile della Regione Toscana per svolgere operazioni di spalatura e sgombero del Canile Comprensoriale della Comunità Montana della Lunigiana a Mulazzo (Ms), duramente colpito dal tragico alluvione di pochi giorni fa. Immediatamente il Referente di Protezione Civile Anpana Lucca Claudio Borelli ha accettato la richiesta della Regione e la Provincia di Massa Carrara ha attivato i volontari per l'intervento. Dal 27 ottobre scorso una quindicina di volontari dell'Anpana Lucca si sono quindi adoperati in interventi di pulitura, spalatura e sgombero arbusti dei vari stalli nonché in operazioni di trasferimento animali. Il coordinamento delle operazioni dei volontari impegnati nelle suddette operazioni (Anpana Lucca, Enpa Firenze, Anta, ecc.) è stata affidato dal Responsabile del Canile Fabio Aldini, a Igor Marcheschi dell'Anpana Lucca che, proprio dal 27 ottobre, segue gli interventi di ripulitura e sistemazione del canile comprensoriale che raccoglieva tutti i cani randagi della Lunigiana. Nel Canile, al momento del disastro, si trovavano circa 190 animali e, ad oggi, ne sono stati recuperati 9 deceduti e 5 risultano ancora dispersi.

Il canile, ricorda Igor Marcheschi, è stato colpito in pieno dall'ondata di acqua, fango, detriti e arbusti del torrente che scorreva al lato, distruggendo stalli dei cani, ambulatori, ricoveri, sgambatoi e trascinando via diversi animali provocando danni per migliaia e migliaia di euro. L'acqua, durante l'alluvione, ha raggiunto anche il metro di altezza e molti cani sono stati trovati che nuotavano nell'acqua melmosa per salvarsi mentre altri - tra cui alcuni cuccioli di 40 giorni – sono rimasti purtroppo affogati. L'Anpana Lucca ha recuperato alcune carcasse che sono state immediatamente affidate al personale dell'Asl 1 per lo smaltimento. Anche in questa emergenza il Nucleo Ecozoofilo di Protezione Civile Anpana Lucca si è rivelato l'unico nucleo specializzato di protezione civile in campo ecozoofilo e, per questo, richiesto direttamente dalle massime autorità competenti per assistenza e interventi sugli animali a seguito di calamità ed emergenze varie.

Appena terminato il lavoro presso il Canile di Mulazzo – entro due/tre giorni – afferma l'Ispettore Regionale Anpana Toscana Angelo Bertocchini, i volontari dell'Anpana Lucca si sposteranno ad Aulla per dare il cambio ai volontari di altre associazioni impegnate nei soccorsi alla popolazione nelle operazioni di svuotatura e ripulitura di garages, magazzini, negozi.e abitazioni che, molto probabilmente, andranno avanti ancora per diversi giorni.

PULIAMO IL MONDO 2011

 

      

    

 

Ha avuto luogo a Lucca venerdì 23 settembre dalle ore 9:30 la consueta manifestazione “PULIAMO IL MONDO” organizzata da Legambiente a livello nazionale alla quale hanno preso parte anche alcuni volontari di Protezione Civile e Ambientale dell’Anpana di Lucca (Giuseppe Baglieri, Daniele Franceschi, Angela Basili, Andrea Biagioni). L’iniziativa si è svolta lungo il Parco Fluviale a Monte S.Quirico. Decine dii ragazzi che vi hanno preso parte, provenienti dagli Istituti Pertini e Fermi di Lucca, hanno ripulito e raccolto rifiuti abbandonati lungo gli argini del Fiume Serchio. Alla giornata erano presenti il Sindaco di Lucca Mauro Favilla, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Lucca Maurizio Dinelli, l’Assessore Provinciale Francesco Bambini. Tutti hanno ricordato quanto sia importante il rispetto dell’ambiente e della natura e l’impegno a rispettare i parchi che sono un bene pubblico.

GRADUATORIA FINALE ESAME CORSO GUARDIE ECOZOOFILE A.N.P.A.N.A. LUCCA

 

Lucca,28 settembre 2011

 

La Commissione d'Esame,

 

-Tenuto conto che i volontari dell'Associazione Anpana Arezzo,Anpana Pistoia e Anpana Pisa, a causa della loro distanza da Lucca, non hanno potuto sempre prendere parte ai servizi richiesti;

-Considerando che l'assenza dai servizi ha comportato una riduzione del punteggio finale dell'esame in confronto ai volontari di Lucca;

-Vista la richiesta pervenuta da alcune delle Sezioni Territoriali Provinciali sopra citate con le quali,appunto,si faceva presente la differenza di valutazione tra volontari lucchesi e quelli di Pisa,Arezzo e Pistoia;

-Sentita la Presidenza Nazionale

 

DELIBERA

 

al fine di valutare tutti gli aspiranti guardia nel medesimo modo, di conteggiare esclusivamente i voti della prova scritta e della prova orale e di sommarli: il risultato sarà quello inserito nella graduatoria finale sotto indicata:

SEZIONE TERRITORIALE PROVINCIALE ANPANA DI LUCCA (21 idonei)
Della Bidia S.(106),Traina L.(106),Baglieri G.(104),Cherchi F.(102),Minghetti M.(102),Fruzzetti V.(101),Piegaia A.G.(101),Pistelli L.(101),Bertozzi I.(100)Casci G.(100),Pantani M.(100),Pucci M.(100),Ercolini S.(99),Matteucci G.(99),Chiozzi F.M.(97),Piazza C.(96),Falleri D.(93),Genovesi M.(91),Giambastiani M.(89),Zacco F.(84),Biagioni A.(77).

SEZIONE TERRITORIALE PROVINCIALE ANPANA DI PISA (6 idonei)
Campobassi R.(101),Ambrogi A.(97),Cellerini A.(95),Di Pinto P.N.(95),Santoli K.(94),Baldaccini E.(88).

SEZIONE TERRITORIALE PROVINCIALE ANPANA DI AREZZO (5 idonei)
Farina C.(94),Storri R.(90),Tripepi G.L.(87),Amara A.(84),Vitale I.(81).

SEZIONE TERRITORIALE PROVINCIALE ANPANA DI PISTOIA (2 idonei)
Mele C.M.(101),Bartolini L.(89).

Agli esami ha preso parte anche l'aspirante guardia Brignani D., proveniente dalla Sezione Territoriale Provinciale Anpana di CREMONA, risultata idonea con punti 86.

Ai suddetti, previo superamento di un periodo di prova, saranno richiesti cronologicamente i relativi decreti di Guardia Particolare Giurata Volontaria.

 CONCLUSO IL CORSO INTERPROVINCIALE GUARDIE ECOZOOFILE ANPANA LUCCA Riduci

    

 

Si sono svolti lo scorso 10 e 11 settembre presso la Provincia di Lucca e, per le prove orali, presso il Cesvot (Delegazione di Lucca), gli esami di idoneità per le aspiranti guardie che, nei mesi scorsi, avevano partecipato al Corso per Guardie Ecozoofile e Operatori di Protezione Civile organizzato dall'Anpana Lucca. Al corso hanno preso parte, oltre alle aspiranti guardie di Lucca, volontari provenienti da Pisa, Arezzo e Pistoia, motivati dall'amore per gli animali e la tutela dell'ambiente. Il corso è stato tenuto da Vigili Urbani, Polizia Provinciale, Magistrati, Tecnici di Protezione Civile, Veterinari ASL e liberi professionisti, personale Cites del CFS, personale esperto in erpetologia, Dirigenti Anpana, al fine di garantire la massima preparazione e professionalità a coloro che si appresteranno a divenire Guardie Ecozoofile ed Operatori di Protezione Civile. Positivo l'esito degli esami con 21 idonei per la Sezione Anpana di Lucca, 6 per la Sezione Anpana di Pisa, 2 per la Sezione Anpana di Pistoia, 5 per la Sezione di Arezzo. La Commissione d'esame era formata dall'Ispettore Regionale Anpana Toscana Angelo Bertocchini, dal Comandante Gez Anpana Lucca Giuseppe Baglieri e dal Presidente Anpana Pistoia Igor Marcheschi.


 Stampa   
UN SUCCESSO LA ZAMP-EGGIATA SUL SERCHIO ORGANIZZATA DA ANPANA LUCCA

              

Malgrado il cattivo tempo abbia fatto ritardare l'inizio della manifestazione di circa 30 minuti, si è svolta con un successo inaspettato la prima edizione della “ZAMP-EGGIATA SUL SERCHIO – Passeggiata lungo il Serchio con il tuo amico a quattrozampe” organizzata dall'A.N.P.A.N.A LUCCA – Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente nell'ambito delle giornate di sport e natura “Navigando …..il Fiume Serchio” realizzate da Mai dire Mai Kajak. La Zamp-eggiata aveva avuto i patrocini della Provincia di Lucca e del Comune di Lucca con i contributi di Oleificio Rocchi, Confcommercio Lucca e Antica Trattoria Stefani da Benedetto. Il percorso, di circa 1500 mt., si è svolto, con partenza dalla Terrazza Petroni presso il Ponte di Monte S.Quirico, interamente nel Parco Fluviale con una parte finale, facoltativa, di circa 300 mt., fino al bordo del Fiume Serchio. Benchè il maltempo abbia sicuramente ridotto il numero dei partecipanti, siamo rimasti più che soddisfatti di questa prima edizione – afferma il Presidente Provinciale Anpana Lucca Mauro Pollacchi – con una cinquantina di iscritti assieme ai loro amici quattrozampe di ogni razza ed età. Hanno partecipato persone provenienti dall'intera lucchesia, da Pisa, dalla Versilia, dalla Garfagnana e dalla lontana Bangkok: si è infatti iscritta una signora del lontano paese asiatico attualmente in ferie a Lucca. A tutti i partecipanti è stato consegnato un attestato di partecipazione e dei gadget offerti da Agraria Giusti di Segromigno in Piano, mentre sono stati premiati con articoli d'arredamento e per animali il cane proveniente da più lontano (indiscutibilmente il quattrozampe asiatico), il cane più giovane, il cane più anziano, il cane più simpatico e quello più somigliante al padrone. L'intero incasso della giornata sarà utilizzato per finanziare l'acquisto di una vettura istituzionale usata per le Guardie Ecozoofile Volontarie dell'Anpana Lucca. In questo ultimo anno, infatti, sono notevolmente aumentate le richieste di sopralluoghi e, di conseguenza, i reati contro gli animali e l'ambiente. Per questo – afferma il Comandante Provinciale Anpana Lucca Giuseppe Baglieri - si è reso necessario programmare l'acquisto di un ulteriore mezzo istituzionale per meglio svolgere l'operato con celerità e professionalità su tutto il territorio provinciale. L'Ispettore Regionale Anpana Toscana, Angelo Bertocchini, desidera ringraziare pubblicamente tutte le persone che hanno preso parte alla manifestazione invitandoli, già da adesso, alla prossima edizione della Zamp-eggiata sul Serchio 2012 augurandosi possa divenire una manifestazione fissa nei prossimi anni. Bertocchini ricorda, altresì, che le Guardie Ecozoofile dell'Anpana Lucca possono essere contattate, per richieste sopralluoghi su presunti malgoverno e maltrattamento animali o per individuazione di discariche abusive, al numero 338/5476664 (attivo 24 ore su 24) oppure all'indirizzo e-mail lucca@anpana.toscana.it. Il numero di fax, invece, per invio delle richieste sopra citate, è 0583/331015.

ANPANA LUCCA,CANI MALTRATTATI: DENUNCIATO CACCIATORE.

 

 

 

Li hanno trovati in uno stato che, a definirlo pietoso, sarebbe un eufemismo. Attirati dai latrati dei cani durante un normale giro di monitoraggio del territorio, il Comandante Regionale f.f. Anpana Toscana Angelo Bertocchini e il Sovrintendente Claudio Borelli dell'Anpana Lucca, hanno scoperto nella giornata di domenica scorsa 7 agosto un box all'interno del quale si trovavano 5 cani. Le guardie hanno immediatamente provveduto al sequestro probatorio degli animali e alla segnalazione della notizia di reato. Lo spettacolo che si è aperto agli occhi degli agenti è stato - afferma Borelli - ripugnante: mai in anni di servizio avevamo trovato cani i queste condizioni. I cinque cani, un beagle e 4 segugi,erano magrissimi, alcuni con decine e decine di zecche e parassiti sul muso (ad uno ne sono state contate un centinaio), uno praticamente cieco con occhi chiusi, un altro claudicante e impossibilitato a rimanere in piedi. La ciotola dell'acqua era piena di larve di zanzare e putrida, come cibo solo pane secco e ammuffito, le misure del box assolutamente incompatibili con quanto stabilito dal regolamento comunale Convivenza Uomo-Animali. Il padrone, contattato immediatamente, recatosi sul posto ha affermato che si era accorto che gli animali stavano male e che avrebbe provveduto a portarli al veterinario. Il Comandante Regionale f.f. Bertocchini ha dichiarato che i cani, che ora si trovano presso il Canile Municipale di Lucca, non stanno per il momento bene e che, purtroppo, uno di questi, rischia l'asportazione dei bulbi oculari perché invasi da larve. Nella foto il povero animale che sarà operato agli occhi e che, ci auguriamo, non sia costretto a rimanere per il resto della vita in un canile a causa di un grosso handicap come l'assenza della vista ma che i medici riescano a salvare la vista almeno da un occhio.

ANPANA PISA RECUPERA UN NATRIX NATRIX

 

 

Negli ultimi tempi sul territorio toscano si assiste, sempre più spesso, ad operazioni di recupero rettili. Questa volta è toccato ai volontari della Sezione Territoriale Anpana di Pisa, recuperare nel centro della città, sulla soglia d’ingresso di una tabaccheria, una “biscia dal collare” di circa trenta centimetri di lunghezza, davanti alla curiosità e allo stupore di molti cittadini.

 

Il rettile, una specie autoctona e innocua, è stato poi rilasciato in campo aperto.

 

Rino Campobassi, Presidente Provinciale dell’Anpana di Pisa, si è dichiarato soddisfatto della tempestività e della professionalità dimostrata da tutti i Volontari.

GIORNATA DEL MICROCHIP

     

 

 

E' stata una giornata davvero speciale all'insegna dell'amore per gli animali quella organizzata dalla Sezione Territoriale Provinciale Anpana di Lucca con il Patrocinio del Comune di Lucca e con la collaborazione della Circoscrizione n.6, Mercato contadino, Progetto Bampè, Croce Rossa Italiana, nell'ambito della consueta "Giornata del Microchip", per sensibilizzare i cittadini all'applicazione del microchip nei cani e per combattere la piaga del randagismo. Al Parco GiochI delle Madonne Bianche a Monte S.Quirico, si sono presentate diverse famiglie con il proprio amico a quattrozampe, tanto che sono stati applicati una quindicina di microchip. Alla manifestazione era anche presente Robespierre, beagle Campione del Mondo di Bellezza.

Elezioni Consiglio Direttivo Sezione Territoriale Provinciale ANPANA Arezzo Riduci

Si sono svolte il giorno 19/06/2011 in Loc. Capolona (Ar), alla presenza dell'Ispettore Regionale ANPANA TOSCANA, che ha presideduto l'ufficio elettorale, le elezioni per la nomina dei Componenti del Consiglio Direttivo Provinciale della Sezione Territoriale Provinciale dell'ANPANA AREZZO.
Sono risultati eletti i sottelencati volontari:
PRESIDENTE PROVINCIALE : Corrado FARINA
CONSIGLIERI : Gaetano Luca TRIPEPI, Roberto STORRI, Alba AMARA, Ilaria VITALE, Elisa MACHEDA.
L'Ispettore Regionale Bertocchini ha augurato un buon lavoro al nuovo Consiglio Direttivo.

Stampa  

L'ANPANA LUCCA INVIATA AL 75° DI FONDAZIONE DEL GRUPPO ALPINI DI BARGA.

Lo scorso 29 maggio si è svolta a Barga la Cerimonia per i 75 anni di fondazione del Gruppo Alpini di Barga: alla cerimonia sono stati invitati dall'Associazione Arca della Valle, con la quale collaboriamo, un rappresentante ufficiale dell'Anpana di Lucca e alcuni soci e Guardie Ecozoofile della sezione stessa. La cerimonia ha avuto inizio con un ammassamento in Viale Cesare Biondi per organizzare il corteo che ha sfilato, dopo aver deposto una corona al monumento dei caduti lungo il percorso, sino al Piazzale del Fosso. Qui hanno avuto luogo i saluti delle autorità e la Santa Messa. Toccante il colpo d'occhio del Piazzale con decine e decine di alpini provenienti da tutta Italia e numerosi volontari di altre associazioni. Il Gruppo Alpini di Barga fu fondato nel 1936 durante la guerra per la conquista dell'impero, guerra alla quale parteciparono numerosi alpini della zona inquadrati nel Battaglione "Saluzzo" della "Pusteria". Il gruppo è composto da 140 associati una parte dei quali svolge attività sociale rivolta alla scuola, ai disabili e agli anziani.

  

 

 

BOOM DI MULTE PER COMBATTERE L'ABBANDONO DI RIFIUTI

DISCARICHE ABUSIVE

Lucca, 13 maggio 2011 - Hanno trovato di tutto, dagli scarichi abusivi all’amianto fino, addirittura, all’abbandono di automobili. Polizia municipale e Anpana hanno constatato comportamenti estremi di persone che in questi ultimi mesi hanno conferito vicino ai cassonetti di tutto e di più, anche oggetti ingombranti che avrebbero avuto bisogno di ben altro trattamento. E adesso è partito il giro di vite. E i numeri sono davvero impressionanti. Se infatti nel 2010 i verbali compilati sono stati 74, nei primi quattro mesi del 2011 la cifra totale ha superato già quella dello scorso anno assestandosi a 87.

RINGRAZIAMENTO

Il Consiglio Direttivo Anpana Lucca desidera ringraziare pubblicamente il GRUPPO PUCCETTI S.P.A. di Lucca,l'AGRARIA GIUSTI di Segromigno in Piano (Lu), RICEVITORIA CATELLI di David e Giovanni di Lucca e GRUPPO EDILE S.P.A. di Lucca per aver contribuito alla realizzazione del "3° CORSO PROVINCIALE PER GUARDIE ECOZOOFILE ED OPERATORI DI PROTEZIONE CIVILE dell'ANPANA LUCCA."

 

 

 

 

UCCIDE IL CANE E SE LO MANGIA
Firenze, 9 mar. - Ha ucciso il suo cane strangolandolo con una corda, poi lo ha appeso ad un albero lo ha scuoiato e ne ha mangiate alcune parti. L'incredibile episodio e' avvenuto a Firenze. Protagonista un ragazzo di 23 anni senza fissa dimora che vive in un cascinale occupato abusivamente sulle colline del capoluogo toscano. L'uomo e' stato denunciato per maltrattamento e uccisione di animali. Ad intervenire domenica scorsa, ma la notizia e' stata resa nota solo oggi, le guardia zoofile. La segnalazione era arrivata qualche giorno prima che avevano segnalato una chat in un gruppo di discussione su Facebook, ed in particolare una frase di un utente del social network che diceva: "Dopo che ho ucciso capretti e polli ho preso la decisione piu' truce, ho ucciso il mio cane, l'ho appeso come un coniglio e denudato". Domenica mattina due squadre di guardie zoofile, dopo avere avuto i necessari riscontri, si sono recati nel casolare. Affissa su un palo hanno notato una grossa testa di cane sanguinolenta, scuoiata di fresco. Sul posto c'era un giovane, che ha aperto loro la porta. Appesi su una vecchie rete da letto a doghe, in un magazzino attrezzi, le guardie zoofile hanno rinvenuto tre cosce di cane macellati di fresco, con la carne marinata con una salmistratura per ricavarne dei 'prosciutti'. In un'altra stanza gli agenti hanno trovato un grosso vello di pelle scuoiata di fresco, appartenente sempre al cane, appeso ad essiccare su un telaio. Contemporaneamente altre guardie zoofile, nel perlustrare il giardino, hanno ritrovato il tronco toracico del cane con le interiora ancora attaccate; poco piu' in la' i resti della coda e pezzi della tibia, gia' cotti e spolpati. Gli agenti hanno interrogato il giovane chiedendogli spiegazioni, e il 23enne in un primo momento ha detto che il cane, affidatogli dalla sorella, era tornato a casa moribondo a causa di un incidente stradale. Il racconto non ha convinto le guardie, che hanno incalzato con domande il ragazzo, che alla fine ha ammesso di aver ucciso il quadrupede strangolandolo, dopo averlo appeso con una corda ad un albero.
Infine il giovane ha ammesso di apprezzare il sapore della carne canina: "E' buona e saporita, ha un aroma di tartufo", ha detto tranquillamente il 23enne, che si e' arrabbiato con le guardie quando queste hanno sequestrato tutti i reperti rinvenuti: ha chiesto loro che gli lasciassero le pelli del tronco, perche' voleva farci un tappeto, e la testa del cane, perche' voleva ricavarne un sopramobile per la casa. .
Raduno A.N.P.A.N.A. Roma
Il 19 e 20 Febbraio 2011 viene organizzato il primo corso per Dirigenti ANPANA Amministrativi e Guardie Ecozoofile, massiccia partecipazione all'evento, e enorme soddisfazione per l' ANPANA grazie ai commenti più che positivi da parte di tutti i 130 partecipanti.
Una rappresentanza di ogni Provincia ha occupato le sedie del Corso per Comandanti Guardie Ecozoofile, e per i Presidenti o Consiglieri di Sezione, divisi in due diverse sale. Gli Operatori hanno frequentato ben 11 ore di corso, numerosi docenti e tante materie, il tutto con la massima attenzione e passione.
La partecipazione molto rilevante, i complimenti dei partecipanti, e i sorrisi  stampati sui volti di tutti, hanno confermato che questo evento ha dato i suoi buoni frutti, ha confermato che la formazione è fondamentale e anche molto ricercata, per garantire una sempre maggiore professionalità negli operatori dell' ANPANA.

 

Alcune foto:

Formazione nucleo cinofilo antiveleno finanziato dal CESVOT
 
DONAZIONI PER IL RIFUGIO DI FIOCCO DI LUNA Riduci
Da oggi è possibile sostenere con una donazione il Piccolo Rifugio di Fiocco di Luna tramite Paypal, è sufficiente cliccare su "DONAZIONI" qui sotto e sarete indirizzati verso la piattaforma sicura di paypal, grazie di cuore a tutti!

DONAZIONI



Stampa  

DONAZIONI
Da oggi è possibile sostenere il Piccolo Rifugio di Fiocco di Luna anche tramite il portale Buonacausa.org, per effettuare una donazione è sufficiente premere su:

DONAZIONI
Striscia e gli animali

Contatti
Account Login


Registrazione
Hai dimenticato la Password ?

A.N.P.A.N.A. WEB-TV

Le Guardie Ecozoofile

Anagrafe Canina Nazionale

 

Copyright (c) Anpana Toscana   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2016 by DotNetNuke Corporation